02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Ansa

Prima asta di Brunello, 29.000 euro per restauro chiesa. All'incanto a Montalcino 500 bottiglie ... Saranno destinati al
restauro della chiesa di Santa Croce, una delle piu' antiche di
Montalcino, i 29 mila euro ricavati dalla prima asta in Italia
tutta a base di Brunello. La vendita all' incanto, informa una nota, è avvenuta ieri sera nella cornice del Museo Civico Diocesano di Montalcino, tra statue lignee del Trecento e capolavori d'arte del Medioevo. Le 500 grandi bottiglie, divise in 88 lotti, erano rappresentative delle grandi griffe del Brunello: Biondi Santi (a cui si deve l'invenzione del Brunello nel lontano Ottocento), Castello Banfi, Case Basse di Gianfranco Soldera, Salvioni, Eredi Fuligni, Castello di Romitorio del pittore Sandro Chia, Altesino, Col d'Orcia, Costanti, Casanova di Neri, Cerbaiona, Frescobaldi . I top dell'asta, organizzata dal Quartiere Borghetto e battuta dalla Pandolfini di Firenze, le tre rarissime bottiglie di Brunello di Montalcino Riserva 1961 Tenuta Il Greppo della famiglia Biondi Santi, aggiudicate a 2.400 euro (in asta sono partite da 2.000 euro); sei bottiglie di Brunello Salvioni di diverse annate (1985, 1987, 1988, 1990, 1995, 1997) a 1.350 euro; tre magnum di Cerbaiona (vendemmie 1988, 1990, 1997) a 1.150 euro; una bottiglia dell'introvabile Brunello Case Basse Riserva 1983 di Gianfranco Soldera che ha strappato la ragguardevole cifra di 760 euro.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli