02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Ansa

Natale: moda regalare bottiglie da cantina personale. Sondaggio WineNews-Vinitaly: il sogno è ricevere champagne ... Gli eno-appassionati scelgono, sempre più spesso, di regalare a parenti ed amici una buona bottiglia di vino scelta dalla propria cantina. Questa la tendenza del Natale 2005 secondo il sondaggio di Winenews in collaborazione con Vinitaly che evidenzia come si tratti di "un grande atto di generosità, perché significa selezionare tra tutti i vini acquistati durante l'arco dell'anno quello più giusto per la persona a cui è destinato". Ricevere una bottiglia di vino che è stata attinta da ben fornite scorte personali è naturalmente un privilegio riservato a chi ha un familiare o un parente appassionato di buon vino: gli 'enonauti' amano infatti dedicare il proprio tempo libero ed una buona parte del proprio budget all'acquisto di bottiglie - aiutati dalle guide di settore o dal passaparola di amici esperti - scovate magari durante viaggi mirati nei più noti territori del vino o alle aste specializzate. E desiderano, in occasione del Natale, scegliere personalmente dalle proprie riserve le bottiglie da portare in tavola e degustare durante i pranzi e le cene con parenti ed amici. Ma anche e soprattutto quelle da regalare. Se invece decidono di acquistarle, la spesa media per una bottiglia da offrire in regalo varia dai 20 ai 30 euro (61% degli enonauti), dai 10 ai 20 (19%), dai 30 euro in su (11%), mentre solo il 9% spenderà meno di 10 euro a bottiglia. Ma qual è la bottiglia dei sogni, quella che gli eno-appassionati vorrebbero trovare sotto l'albero di Natale? Il classico champagne sembra essere il protagonista dei desideri dei più (42%), magari in formato magnum, da stappare la notte di Capodanno. A seguire una bottiglia di grande vino rosso italiano (39%) (Barolo, Brunello di Montalcino, Barbaresco, Chianti Classico, Supertuscan, Taurasi, i nuovi grandi rossi siciliani) meglio se griffati dai nomi più altisonanti dell'enologia nazionale. O ancora rari vini da meditazione (12%), come Passito di Pantelleria, Porto e Sauternes. Il restante 7% degli enonauti sogna invece Borgogna o Bordeaux d'annata.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli