02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Ansa

Vino: Winenews-Vinitaly, la cantina diventa “Lovemark” ... E’ un termine nuovo, sempre più diffuso tra gli appassionati del mondo del vino, che si muove tra sociologia e mercato. E’ il “lovemark”, in pratica quel brand che, secondo i guru del marketing, è riuscito a creare un legame forte e indissolubile con i propri consumatori. A mettere in luce il fenomeno è un sondaggio su web di Winenews e Vinitaly dal quale sono emersi dati precisi di assoluta fedeltà degli eno-appassionati con cantine di riferimento.
A coniare la definizione di “lovemark” è stato Kevin Roberts, ritenuto uno dei massimi esperti internazionali di pubblicità, autore del libro “Effetto Lovemark, vincere la rivoluzione dei consumi”. Le “cantine lovemark”, secondo il sondaggio, riescono a instaurare con chi acquista e beve i loro vini un legame emotivo durevole, grazie alle intense emozioni che riescono a suscitare. Secondo i 1.216 “enonauti” che hanno risposto al sondaggio sul web, i motivi del “lovemark” risiedono nella capacità delle cantine di trasmette un’immagine di serietà, costanza qualitativa e prestigio, ma anche l’autorevolezza del nome e, sicuramente, l’eccellenza dei vini. Ma c’è anche chi lega il lovemark al vino destinato al consumo quotidiano, preferendo quei marchi in grado di offrire volumi importanti di bottiglie, molto spesso anche caratterizzate da un ottimo rapporto tra qualità e prezzo.
Confermando la tesi di Kevin Roberts secondo cui i lovemark possono essere anche piccole aziende, ma tutte con qualcosa di unico, tra i marchi del cuore sono state indicate anche cantine poco conosciute, caratterizzate però da un forte legame con il territorio e da una attenta conduzione familiare. Molti enonauti si dicono infatti stanchi dei soliti brand, osannati dalle guide e dalla critica, ed esortano ad andare sul territorio per conoscere i veri artigiani, che fanno vini non per le guide, ma con grande rispetto del territorio e dei vitigni.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli