02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

ANTIBIOTICI NELLA CARNE DI POLLO IN 10 SUPERMARCATI SU 20 IN GERMANIA. PRESENTI NEL 96% DI QUELLA DA ALLEVAMENTO E NEI MANGIMI PER MAIALI (77%), VITELLI (100%) E TACCHINI (81%): LO RIVELA L’ASSOCIAZIONE PER L’AMBIENTE E LA PROTEZIONE DELLA NATURA

In 10 supermercati su 20 di varie città tedesche, tra cui Berlino, Amburgo, Colonia, Norimberga e nella regione di Stoccarda sono state scoperte tracce di antibiotici nella carne di pollo. Lo rivela l’Associazione per l’Ambiente e per la protezione della Natura (Bund), che ha reso noto uno studio condotto nel Nordreno-Westfalia, da cui emerge che il 96% della carne dei polli di allevamento contiene antibiotici, mentre uno studio analogo eseguito in Bassa Sassonia ha evidenziato che oltre all’82% della carne di pollo agli antibiotici, le stesse sostanze sono state impiegate nei mangimi somministrati nel 77% degli allevamenti di maiali e nel 100% delle aziende di allevamento di vitelli. Sostanze antibiotiche sono state anche rinvenute nell’81% della carne di tacchino esaminata.

In particolare, nella carne messa in vendita sono stati rinvenuti i germi Esbl (Extended Spectrum Beta-Lactamase) e Mrsa (staphylococcus aureus resistente alla meticillina), che in persone particolarmente sensibili possono produrre gravi malattie, anche mortali. Secondo Bund, nell’allevamento degli animali vengono impiegati antibiotici utilizzati anche nelle terapie per gli esseri umani, con il risultato di aumentare la probabilità di formazione di batteri resistenti al trattamento farmaceutico. Il presidente di Bund, Hubert Weiger, ha messo in guardia contro “i danni collaterali prodotti dall’allevamento industriale degli animali”, poiché la pratica di stipare sempre più animali in uno spazio ristretto è possibile solo grazie all’uso di forti quantità di antibiotici. Il governo tedesco ha fatto sapere che intende ridurre drasticamente l’impiego di antibiotici nell’allevamento di animali e il Ministro dell’Agricoltura e della Protezione dei Consumatori, Ilse
Aigner, intende presentare già in settimana una norma legislativa in materia.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli