02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

“BISOGNA INTRODURRE L’EDUCAZIONE ALIMENTARE TRA I PROGRAMMI SCOLASTICI; E’ L’UNICA STRADA PER DARE VALORE AL CIBO. BISOGNA INSISTERE SUI GIOVANI PER CAMBIARE LE FUTURE ABITUDINI ALIMENTARI”: PAROLA DI GUIDO BARILLA

“Introdurre l’educazione alimentare nei programmi scolastici”. E’ la proposta che il presidente della Barilla, Guido Barilla, ha avanzato oggi dal “Forum Internazionale sull’Alimentazione e Nutrizione” n. 2, promosso dal Barilla Center for Food and Nutrition, di scena all’Università Bocconi a Milano.

“La gente - sottolinea Barilla - è abituata alla mercificazione dell’offerta e questo ha creato una diseconomia intellettuale. La soluzione sarebbe quella di inserire temi legati all’alimentazione nei programmi specifici delle scuole, a partire dalle primarie per consentire ai giovani di diventare adulti con una conoscenza alimentare”.

Secondo Barilla “l’informazione è l’unica strada per dare valore al cibo, perché la gente non ha la percezione di cosa ci sia dietro ad un semplice piatto di pasta. Bisogna creare un po’ di cultura a partire dai giovani perché per cambiare le abitudini alimentari ci vogliono decenni. Non bisogna - conclude Barilla - quindi avere fretta e le persone stanno cominciando a capire quale è l’effetto delle scelte giornaliere. Bisogna insegnare alla gente a mangiare meno e meglio”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli