02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Bollicine: Ferrari, griffe del Trentodoc, è lo “Sparkling Wine Producer of the Year”

Le bollicine italiane sono sempre più amata nel mondo, anche grazie ai riconoscimenti internazionali che arrivano per le case spumantiere del Belpaese. Come Ferrari, leader del Trentodoc, che, per la terza volta, è “Sparkling Wine Producer of the Year” nel Concorso internazionale The Champagne & Sparkling Wine World Championships, la più prestigiosa competizione dedicata alle bollicine, ideata da Tom Stevenson, un’autorità internazionale nel settore. 185 le medaglie d’oro e 212 medaglie d’argento premiate nel concorso di quest’anno, con vini da 18 Paese, “e, per la prima volta dall’inizio della competizione, l’Italia ha superato la Francia per numero di medaglie” (71 ori per il Belpaese contro i 61 dei francesi, e 89 argenti contro 44, ndr) sottolinea Ferrari, che “ne ha ricevute ben 15 d’oro per i suoi Trentodoc, tra cui il Ferrari Brut e il Ferrari Maximum, primeggiando sulla Maison de Champagne Louis Roederer per la nomina al trofeo più prestigioso, il titolo di “Produttore dell’Anno””.
“Questo titolo - commenta Matteo Lunelli, presidente delle Cantine Ferrari - testimonia una volta di più come il Trentino, grazie alla sua viticoltura di montagna, sia un territorio con una vocazione unica e straordinaria per creare bollicine di eccellenza. Non a caso la Trentodoc è la denominazione con il maggior numero di medaglie in questa competizione. Dedico, anche a nome di tutta la mia famiglia, questo successo a tutte le donne e gli uomini delle Cantine Ferrari che ogni giorno, da oltre un secolo, portano avanti il sogno di Giulio Ferrari mirando sempre ai traguardi più ambiziosi”.
Fin dalla prima edizione, i Trentodoc delle Cantine Ferrari sono stati valutati tra le migliori bollicine al mondo. Basti ricordare che, oltre ad esser stato nominato Sparkling Wine Producer of the Year già nel 2015 e 2017, Ferrari si è aggiudicato il titolo di World Champion Sparkling Wine Outside Champagne con il Ferrari Perlé 2007 nel 2014 e, nel 2016, quello di Blanc de Blancs World Champion con il Ferrari Brut.
Ma, a testimonianza della crescita della spumantistica italiana, tante sono le denominazioni del Belpaese, dal Trentodoc stesso, che oltre che con Ferrari ha conquistato medaglie d’oro con cantine come Rotari, Maso Martis, Letrari, Cantina Rotaliana, Cantina d’Isera, Toblino, per citarne alcune, alla Franciacorta, con Cà del Bosco, Guido Berlucchi, Fratelli Berlucchi, Corte Aura, Bosco del Merlo, Castel Faglia, Uberti, Turra, Quadra, Il Mosnel o Ferghettina, tra le altre, o ancora il Prosecco Doc, con brand come Bosco del Merlo, e Docg, con griffe come Villa Sandi e Nino Franco, senza dimenticare il mondo Lambrusco, con realtà come Albinea Canali, Cantina Santa Croce e Cleto Chiarli, per fare degli esempi. Alfieri di un’Italia delle bollicine che punta sempre di più sulla qualità.
La cerimonia di premiazione per l’assegnazione delle medaglie e del titolo di “Sparkling Wine Producer of the Year” sarà di scena il 4 novembre a Londra.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli