02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
L’APERITIVO VA IN CINA

Campari sbarca su Tmall, marketplace B2C di Alibaba, alla conquista dei Millennials cinesi

Il gruppo ha annunciato oggi la partnership col colosso dell’e-commerce orientale: l’aperitivo con Aperol, Cinzano e Campari piace sempre di più
ALIBABA, APERITIVO, CAMPARI, Non Solo Vino
I prodotti Campari sbarcano su Tmall, marketplace del cinese Alibaba

Tra le tante grandi invenzioni attribuite agli italiani ce n’è una che sempre più sta prendendo piede nel mondo: l’aperitivo. Una vera e propria diffusione culturale, essendo l’aperitivo un modo di ritrovarsi con gli amici, o per finire la giornata lavorativa con i colleghi. E in Italia, quasi da per tutto, aperitivo è sinonimo principalmente di Spritz, o per i più “temerari” di Negroni o Americano. E i turisti, tanti, che vengono ogni anno in visita in Italia, tra le cose che decidono di portarsi dietro mettono sicuramente il rito dell’aperitivo, cinesi compresi: occasione colta al volo dal gruppo Campari che, possiamo dire, è da considerare tra i re dei drink da happy hour. Del gruppo Campari sono infatti Aperol, Cinzano e lo stesso Campari che, grazie ad un accordo stretto oggi con Alibaba conquisteranno i milioni di consumatori cinesi. Campari ha annunciato infatti una partnership con Tmall, il marketplace B2C (Business to Constumer) del colosso dell’e-commerce Alibaba. Così da oggi, gli oltre 570 milioni di consumatori attivi su Tmall avranno la possibilità di godere dei prodotti Campari e dell’“aperitivo italiano”. L’ascesa di una cultura del bere in Cina, specie durante occasioni sociali, insieme all’aumento del reddito dei Millennial e al taglio al 5% dei dazi sull’importazione di alcolici hanno accresciuto le opportunità per player come Campari di espandere la loro presenza e rafforzare la conoscenza del marchio in Cina.
“Siamo entusiasti di aver recentemente aperto - ha commentato Franco Peroni, Managing Director Asia-Pacific di Campari Group - il nostro flagship store su Tmall. Campari Group opera in Cina da oltre 10 anni attraverso una società interamente controllata e, durante questo periodo, i nostri brand hanno registrato una crescita costante”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli