02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
TURISMO ENOGASTRONOMICO

Coldiretti, i turisti in Italia spendono un terzo del budget totale tra ristoranti e cibo di strada

L’enogastronomia crea un impatto economico pari a 30 miliardi di euro annui: la spesa turistica alimentare balza a +40% dal 2008
CIBO ITALIANO, TURISMO ENOGASTRONOMICO, Non Solo Vino
I turisti in Italia spendono un terzo del budget della vacanza in cibo, tra ristoranti e street food

Musei, gallerie d’arte, palazzi storici o monumenti: in cosa si spendono i soldi in vacanza in Italia? Dall’analisi di Coldiretti sui dati dell’Osservatorio Nazionale del Turismo, in niente di tutto ciò. I turisti italiani e stranieri in vacanza nel Belpaese destinano un terzo del budget totale nel cibo, ovvero in pasti al ristorante, pizzeria, trattoria o agriturismo, ma anche per il cibo di strada o specialità enogastronomiche. L’alimentazione, quella tradizionale soprattutto, è diventata la principale voce di spesa nel budget dei visitatori, raggiungendo un impatto economico pari a 30 miliardi di euro annui. Nell’ultimo decennio infatti, sottolinea la Coldiretti, in Italia si è verificata una vera esplosione della spesa turistica per la tavola, che è balzata del 40% dal 2008 ad oggi nonostante gli anni di crisi che hanno colpito l’economia mondiale.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli