02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Corriere Della Sera / Lavoro

Enorassegne – A Verona dal 1 al 5 aprile, l’appuntamento con “Vinitaly”. Vino, l’esame parte dal caro etichetta ... Il colore dei soldi o quello del vino? Quale sarà l’argomento che prevarrà al Vinitaly di quest’anno? A Verona (dal 1 al 5 aprile) uno degli appuntamenti più importanti d’Europa quest’anno dedicherà parecchio spazio ai costi e al problema del caro-etichette. I dati parlano chiaro: nell’ultimo anno i consumi sono calati e i prezzi vertiginosamente saliti. Tutta la filiera del vino ha alzato un po’ troppo il tiro: produttori, enoteche e ristoratori non hanno ben interpretato il segnale di allarme di un mercato che doveva fare i conti con la crisi economica mondiale.
E allora ecco che, proprio in concomitanza con Vinitaly, arriva l’appello di Gianni Zonin, il più grande vignaiolo italiano con le sue 11 tenute in 7 regioni “Basta con il coro etichette – spiega Zonin – la mia azienda ha deciso quest’anno di non aumentare il listino neanche di un centesimo sia sul mercato italiano che su quello estero. E dirò di più, la mia azienda s’impegna a tenere bloccati i prezzi delle sue etichette per due anni”. Un’altra possibile soluzione alla crisi dei consumi la lancia a Verona www.winenews.it, il sito d’informazione sul vino che propone ai produttori di puntare sulle mezze bottiglie di vino e ai ristoratori di scommettere sul vino al bicchiere. Soluzioni che permetterebbero si contenere i costi per il consumatore senza dover rinunciare alla qualità.
Ma al Vinitaly si segnalano anche realtà e idee felici. Ne indichiamo due. La cantina marchigiana “Umani Ronchi” crea le “bottiglie solidali”: chi le acquista contribuisce ad iniziative umanitarie e da quest’anno il 5% dell’utile netto sarà devoluto a progetti di solidarietà. Seconda segnalazione per l’azienda Fini Zarri che, a Bologna, produce brandy italiano (anche millesimato) che fa invidia agli stessi produttori francesi.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli