02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Corriere Della Sera / On Line / Portale

Sondaggio su come gli italiani vedono i vini e le persone cui cui berli Con l'amante si brinda a champagne Le bollicine francesi per la trasgressione. Un buon rosso (Brunello, Barolo ma anche Chianti) per il proprio compagno della vita ... Con il proprio compagno, marito o moglie, un bel vino rosso corposo. Ma con l'amante, va da sé, serve un bello champagne. Sono questi i risultati di un originale sondaggio del sito Winenews, in collaborazione con Vinitaly, le cui risposte hanno permesso di tracciare un profilo degli italiani come amatori e come bevitori.

Il rosso denso e strutturato sarebbe il simbolo di un'unione consolidata e sicura, secondo il il 67% dei 1850 "enonauti" che hanno risposto. Sull'etichetta c'è da sbizzarrirsi: i più preferiscono il costoso Brunello di Montalcino (21%), altri il Barolo (18%) o l'Amarone (16%), altri ancora il Chianti classico (13%) e qualcuno cita il Nero d'Avola (8%). Ovviamente non tutti sono d'accordo, e qualcuno opta per un bianco o per un vino insolito e particolare. Con il proprio marito o con la propria moglie si brinda, in questo caso, con Ribolla gialla, Fiano di Avellino, Gewurtztraminer o Chardonnay made in Sicilia.

I più riservano invece agli amori clandestini lo champagne francese, che con le sue bollicine solletica il palato rievoca la sensualità di un incontro rubato alla routine della vita quotidiana. Il Franciacorta compare anche tra le risposte, tra i vini riservati a questi incontri particolari, insieme agli spumanti d'autore del Trentino.

Gli italiani si dimostrano dei veri intenditori sugli abbinamenti vino incontri d'amore quando propongono i passiti (14%), capaci di regalare intense emozioni, voluttuosi e sensuali come l'atmosfera che si vuole creare: un grande Sauternes, un Passito di Pantelleria, una Malvasia delle Lipari, un raro Picolit. Vini avvolgenti e coinvolgenti, ricchi di seduzione.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli