02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Corriere Della Sera

Appunti di cucina e di banche: la cucina di Geronzi e De Benedetti Cesare Geronzi mette un piede nella grande cucina. Più precisamente, nella Grande Cucina SpA che è una società ma anche un grande salotto. Ne sono azionisti, tra gli altri, Carlo De Benedetti, Vittorio Ripa di Meana, il principe Carlo Caracciolo, il presidente della Roma Franco Sensi, l’editore Carlo Perrone, l’industriale Giancarlo Cerutti. E tutti erano pronti ad affidare il business culinario allo chef Gianfranco Vissani. Obiettivo: trasformare la Casina Valadier di Roma in un ristorante di lusso gestito da Vissani. Il quale però si è sfilato dall’iniziativa, cedendo le quote, l’estate scorsa. Anche senza Vissani l’operazione Valadier va avanti (l’immobile deve essere ristrutturato e un altro cuoco trovato) e Capitalia, attraverso la controllata Mcc, ha rilevato il 12,5% del capitale diventando uno dei principali azionisti.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli