02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Corriere Della Sera

Grinzane Cavour, ad Alba: Evtushenko imita Gassman … Alba è l’isola felice del Piemonte, non conosce disoccupazione grazie alle sue industrie forti che secondo lo stile del luogo non pensano affatto di quotarsi in borsa anche se potrebbero. Vanto del luogo sono la Ferrero, la Miroglio, la Mondo, che fa piste di atletica, ma fra tutte queste forze industriali la più bella, allegra, e conosciuta è sicuramente quella dei famosi vigneti delle Langhe. L’azienda vinicola dei fratelli Ceretto è quella che ha più fama internazionale e smalto locale. Bruno e Marcello, da poco coadiuvati dai figli, hanno fatto della loro azienda un luogo dove si promuovono, incontri letterari e si chiamano grandi artisti a decorare le chiesette dei loro vigneti o le volte delle loro cantine.

In questo insieme l’altra sera, nella tenuta Monsordo-Bernardina dei fratelli Ceretto il premio Grinzane Cavour ha festeggiato i vincitori del 2005. Come dire che fra le alte volte delle cantine si aggirava il poeta Evgenij Evtushenko, appunto il premiato, da una giuria che comprendeva, fra i tanti, la solare Francesca Sanvitale, Tahar Ben Jelloun, Vincenzo Cerami, Vincenzo Consolo, Masolino D’Amico, Guido Davico Bonino, Alain Elkann, Lorenzo Mondo, Luis Sepúlveda, Giuliano Soria e la candida-misteriosa Serena Vitale che ha vinto il premio Traduzione 2005. L’evento c’è stato, una performance di Evtushenko.

Il poeta siberiano, metà Gassman metà Macario, con una giacchetta di broccato, ha ammiccato, stupefatto giuria e ospiti leggendo le sue poesie con la verve di un attore in vena comico-drammatica. Dopo l’exploit che tanto è piaciuto nelle ultime file e tanto ha lasciato sbigottiti i letterati, cena per pochi eletti e palati fini dello chef Enrico Crippa all’interno della tenuta. Non più di 70 persone hanno bevuto il Blange, il barolo Prapò 1998 e il moscato di Santo Stefano Belbo. In questa serata così particolare, esibizionistica e letterata, l’ospite più elegante e dall’humour più soavemente tagliente era Bruno Gasparini, il segretario dell’avvocato Agnelli. Che conversazione!

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli