02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Corriere Della Sera

A tavola con Benedetta Parodi ... “I miei piatti pensati per chi cucina davvero”. La conduttrice: quello che ti aspetti a casa di amici ... Bersaglio di (quasi) tutti gli chef che guardano a lei con altezzoso sospetto ma idolo assoluto della massaia tipo. Questa è Benedetta Parodi. La giornalista che ha fatto il suo scoop più clamoroso quando ha deciso di abbandonare la conduzione del telegiornale per dare vita a una rubrica di cucina. Lei dice che il suo segreto è stato applicare le regole della comunicazione imparate maneggiando per anni le notizie ai fornelli. E quindi ricette semplici, chiare efficaci. Pietanze pensate per dare una mano a chi cucina davvero, a casa, e non per chi deve sfornare piatti da stelle Michelin. Nessuna ritrosia dunque a usare sughi pronti, surgelati vari, lasagne confezionate o tonno in scatola. “Cucino come ci si aspetterebbe quando si va a casa di un amico, non come quando si va al ristorante”, ha sempre chiarito lei. Ma anche se a suo dire il paragone con chef professionisti “è insensato”, ci sono mulo- nidi italiani convinti della bontà dei piatti nati dalla sua “grandissima passione” per la cucina. Sono tutti quelli che in questi anni - l’era della Parodi ai fornelli è iniziata solo alla fine del 2008 - hanno prima seguito la sua rubrica “Cotto e mangiato”, poi comprato i suoi libri di cucina (bestseller da 800mila copie) e infine conosciuto anche la sua ultima evoluzione: un programma di cucina vero e proprio, in onda tutti i giorni alle 12.25 su La7, “I menù di Benedetta”. Lo studio del programma riproduce fedelmente gli ambienti di “casa Parodi” (la giornalista è sposata con il collega Fabio Caressa), con tanto di foto dei piccoli esposte in salotto. Ogni giorno suona il campanello un ospite famoso che cucina con la titolare in grembiule e per tutto questo tempo”, ammette lei che, dopo annidi cucina in solitaria, si dice assolutamente felice “di poter ora condividere il lavoro con altri, visto che alla fine la cucina è soprattutto allegria”. E svela che ogni volta, quando le telecamere si spengono, inizia un altro show con protagonisti tutti quelli che si avventano sui suoi menu: “Ci facciamo delle gran mangiate”. E dopo l’abbuffata di soddisfazioni professionali degli ultimi anni, la Parodi - un vulcano di ricette inedite che non ha esitato a confessare: “Quando mi sono vista preparare il soffritto in video mi sono commossa come mai prima” - ha ora in mente nuove sfide: “Vorrei alzare un pochino il tiro con ricette sempre semplici ma un po’ più elaborate. Perché negli anni anche chi mi segue è cresciuto con me”. Ma chi già la immagina pronta a far concorrenza agli chef di cui finora ha sempre preso le distanze si rassicuri, perché subito precisa divertita. “Non sarà mai niente di troppo laborioso: ho delle mie regole ferree, dei paletti da non oltrepassare mai”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli