02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Corriere Della Sera

Cinzia: vini, turismo e “solidarietà” L’ambasciatrice veneta delle bollicine ... Cinzia Canzian è la riprova che si può essere innovativi anche in settori super-tradizionali (e un po’ dominati dall’uomo) come il vino. Non che sia facile: “Io li chiamo marchi d’intesa Save the word”, racconta Cinzia che su Twitter ha l’account le vigne di alice, il marchio di vini che ha fondato con Pier Francesca Bonicelli. Idee solidali di mercato. Sembra una contraddizione ma è un modo per fare sistema in un territorio. Esempio: quando Io scorso anno un’alluvione ha colpito Vittorio Veneto, dove Cinzia è nata nel ‘65, colpendo duramente le attività commerciali, lei ha acquistato i libri semidistrutti della libreria per bambini “Il treno di Bogotà” per trasformarli in borsette gioiello. Il ricavato finanzierà un altro progetto. “Tutto sommato il settore del vino non sta soffrendo e dunque può dare una mano agli altri settori. E un modo per dare vita a un circolo virtuoso e promuovere un territorio”
racconta. D’altra parte Cinzia ha già dato larga prova di caparbi età costruttiva diventando dal nulla una delle ambasciatrici delle bollicine. “La mia passione sarebbe stata l’architettura, all’università ho studiato lettere con indirizzo artistico. Ma avevo necessità di lavorare e dunque sono entrata subito nel mondo del vino, partendo dall’imbottigliamento fino agli uffici e allo sviluppo dell’accoglienza in cantina per Bellenda”, azienda con la quale poi si è legata mani e piedi visto che ha sposato Umberto Cosmo, figlio del fondatore. Ha viaggiato in Scozia e California, studiando il turismo enologico, arte che ha importato a Conegliano anche con il Relais Alice e una presenza massiccia sui social network. “All’inizio quando non c’erano ancora queste possibilità per i clienti di Bellenda avevo una sorta di blog ante-litteram, la newsletter Prosit”. Vecchi lavori, nuove modalità. Anche se a contare, alla fine, sono sempre le idee.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli