02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Corriere Della Sera

Vini e sentimenti, storie (a quattro mani) di vita e di etichette Lui stappa, lei racconta: il “mondo in bottiglia” nel libro di Camilla Baresani e Gelasio Gaetani d’Aragona … Lei: scrittrice-giornalista, con la sana attrazione per il cibo, vino e piacere dei sensi. Davanti a un calice, gli stimoli e gli spunti di riflessione (mal banali) accendono la sua mente. Lui: nobile giramondo, dandy, perfetto per raccontare vigne e bottiglie, dietro le quali ci sono momenti cli vita vissuta. Preambolo per introdurre gli autori di un “breviario”, frutto del felice sodalizio da cui è scaturita un’avventura seriale sulle pagine di Io Donna, magazine del Corriere della Sera. “Vini, Amori” (Tascabili Bompiani, pp.276, 16 euro) di Camilla Baresani e Gelasio Gaetani D’Aragona raccoglie 259 racconti brevi di lei corredati da altrettante schede che narrano un vino scelto da lui. Sorseggiando “un bianco aggraziato e floreale di colore paglierino nella penombra di un’enoteca”, Camilla traccia il bilancio (provvisorio) della sua esistenza. Obiettivi? Errori? Miglioramenti? Ci ragiona e cita un pensiero delle “Note azzurre” di Carlo Dossi, sfogliato qualche ora prima: “Alcuni entrano nella storia per assedio, altri per assalto”. Quindi spiega come quel bicchiere le sta facendo cambiare idea. “Deprecavo cocciuti, insistenti, quelli che telefonano ogni giorno per proporsi .... Ora penso: chi la dura la vince e la sua fissazione merita rispetto”, scrive. Siamo soltanto al primo capitolo, chiuso dalla nota di Gelasio che recensisce il “Banino Bianco 2011” dell’azienda agricola Antonio Panigada di San Colombano al Lambro (Mi). “Una scoperta di quando sono solo al Conte Camillo, ristorante dell’hotel Cavour di Milano dove, con un buon vino, penso con serenità ai drammi amorosi e al disastri finanziari e poi salgo in camera e. dormo beato. Il sommelier bravo e capace - rivela - mi ha parlato tanto del vino prodotto nel borgo dove vive, ed è così che sono finito con lui in una vigna a mezz’ora da via Montenapoleone”. Insomma, il duo Baresani-Gaetani D’Aragona, con ruoli e toni diversi, affronta il tema dei vino in modo inedito. Avanti, nel capitolo “11 cuore fuoristrada”. Osserva Camilla: “ll vino è anche uno stato d’animo in cui si vuole fluttuare ma senza sprofondarvi. Tutto si gioca nell’arco di un bicchiere (di troppo o di troppo poco) per trovare quel meraviglioso benessere fatto di pacificazione, acume, capacità di unirsi alla conversazione o ai propri pensieri”. il vino è il “Rosso di Clausura 2006”, prodotto da Gianna Nannini. “Gliel’ho suggerito io”, confessa Gelasio.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli