02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Corriere Della Sera

Dinastie di vino e poesia … La storia. Due donne, nonna e nipote, una passione: le bollicine. Ma a legare Elena (la fondatrice dell’azienda) e Camilla (l’attuale guida) ci sono pure i versi... Distesa sulle rocce questa terra che mangia come pane il sole e beve cieli d’acqua e di sudore, superba mi trattiene in questi colli a respirare i fieni i mosti e gli orti nel cigolo del vento sulle vigne...” Nei primi versi c’è già il racconto della “Terra di Franciacorta”, che dà il titolo alla lirica. L’autrice è Elena Alberti Nulli, nata nel 1926. L’elegante signora ci riceve nella sua cucina (ampia e accogliente, mostra con fierezza i segni del tempo), angolo della dimora di campagna, che sorge su un colle a pochi metri dal centro storico di Monticelli Brasati. La casa è attigua alle cantine della tenuta “Castelveder”, fondata nel 1975 da Elena, insegnante nella prima vita, da sempre scrittrice/poetessa, e dal marito Renato Alberti, deceduto nel 2012. “A dirla tutta spiega - mio marito, che pure aveva investito nei vigneti, si occupava d’altro. Il timone dell’azienda vinicola l’ho sempre tenuto io. Adesso il testimone è passato a mia nipote Camilla”. Eccola accanto a lei, complice negli affetti e nell’impresa. “Oltre alla competenza tecnica, è laureata in Lingue, ci sa fare con i clienti e gli enoturisti stranieri - spiega la nonna -. C’è anche suo cugino Francesco in pista. Lui si occupa del lavoro in vigna”. La conversazione con questa formidabile coppia “rosé”, per citare uno degli ultimi Franciacorta brut della Tenuta (100% da uve Pinot Nero), si propone, al di là della storia dei Nulli - Alberti (“durante l’ultima guerra da Brescia sfollammo a Monticelli in un antico palazzo acquistato da mio padre”), di entrare nel racconto del territorio e di quel “miracolo” vitivinicolo, diventato uno dei simboli forti della provincia bresciana. “Franciacorta è sinonimo di spumante, dunque il Disciplinare di produzione vieta l’uso del termine spumante - osserva Elena -. Il nome Franciacorta già riassume tutte le caratteristiche del prodotto”. Per inciso, la nonna sta nell’Associazione “Le Donne del vino” (“la donna parla con l’uva”, rivendica), la nipote è vicepresidente della Strada del Franciacorta. Camilla, nata nel 1975, anno di fondazione di Castelveder, ricorda quando lei, alunna delle elementari, fece la prima ricerca sulla Franciacorta. L’origine del nome è leggendario. Disputa fra almeno tre interpretazioni. “Il fatto è - dice Camilla - che allora la Franciacorta era ignorata dalle guide turistiche. Non una parola in pagina”. “È stato il vino, che pure si produceva fin dall’antichità grazie alla felice posizione geografica dei terreni e all’influenza climatica del lago d’Iseo, a farla emergere dall’oblio”, aggiunge Elena. In effetti, è così. A parte un’azienda storica come Berlucchi, la Franciacorta felix con le sue cantine e le sue bollitine di successo che conosciamo oggi è una realtà costruita nell’arco di circa trent’anni. Recente è la costituzione del Consorzio del Franciacorta, oggi presieduto da Vittorio Moretti (Bellavista), che riunisce quasi tutti i produttori. Insomma, l’unione fa la forza. “La viticoltura del nostro territorio ha fermato l’urbanizzazione selvaggia e i capannoni industriali, che pure cingono i filari dei vigneti nota Camilla -. Il vino ha fatto bene all’economia e al paesaggio”. Fatto sta che in Franciacorta fioriscono le iniziative culturali, gastronomiche, ludiche. Tra poco comincia il Festival Franciacorta d’Estate, ad animare il mese di giugno. Con varie proposte: escursioni in bici e a piedi, concerti, spettacoli. Il clou, domenica 18 a Corte Franca: Brunch Pic Nic d’autore, banchi d’assaggio, degustazioni. “Da 0 a 100, e finalmente siamo sulle Guide”, esulta Camilla. La nonna sorride, compiaciuta.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli