02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Crescono i consumi di prodotti gluten free. Coldiretti: in Italia si spendano 320 milioni di euro all’anno per i prodotti senza glutine, acquistati dal 10% degli italiani. La Conferenza Stato-Regioni approva il nuovo decreto di assistenza ai celiaci

Tra i cibi del “senza” sicuramente da apri pista hanno fatto quelli “gluten free”, adatti ai celiaci ma non acquistati solamente dagli allergici al glutine. Molti consumatori scelgono infatti cibi che non contengono glutine a causa della più complessa lavorazione, preferendo i grani antichi (che contengono una minor quantità di glutine) o cereali che non ne contengono affatto.
Secondo un’analisi della Coldiretti, realizzata per l’approvazione del nuovo Decreto sull’assistenza ai celiaci in Conferenza Stato-Regioni, in Italia si spendono 320 milioni di euro all’anno per i prodotti gluten free: un mercato cresciuto del 20% in un anno, e che ha visto salire al 10% il numero degli italiani che scelgono questo tipo di prodotti: inoltre, il 58% dei ristoranti propone nel menù ricette senza glutine. Abitudine, quella degli italiani già registrata dall’Istat che nel 2015 aveva inserito questi cibi nel paniere per il calcolo dell’inflazione.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli