02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
ECONOMIA

Crisi dell’export, il mondo del vino e le istituzioni puntano su un tavolo tecnico per il rilancio

Il vino al centro del Patto per l’export. Dalla “Milano Wine Week” il messaggio di Unione Italiana Vini (Uiv), Ice, Politiche Agricole e Farnesina
EXPORT, ICE, MILANO WINE WEEK, TAVOLO VINO, UNIONE ITALIANA VINI, vino, Italia
Il presidente di Unione Italiana Vini Ernesto Abbona

Bloccare l’emorragia legata all’export e ripartire puntando sulla promozione. Questi, in estrema sintesi, gli ingredienti che hanno portato alla (ri)nascita di un tavolo tecnico dedicato al vino e che vedrà in prima fila le istituzioni ma anche l’imprenditoria. Una mossa che nasce da una situazione non certo rosea per il settore, soprattutto se analizzata da un punto di vista degli scambi con l’estero. I dati Istat riferiti al primo semestre 2020 parlavano di un calo del 3,4% sullo stesso periodo 2019, con le spedizioni di vino dal Belpaese verso i mercati del mondo che si sono fermate a 2,9 miliardi di euro. La ripresa dei lavori del tavolo tecnico sul vino, presentato come permanente, secondo quanto annunciato nella “Milano Wine Week”, vedrà confrontarsi congiuntamente i ministeri degli Affari Esteri e delle Politiche agricole, l’Agenzia Ice (Istituto nazionale per il commercio estero) e, tra le rappresentanze imprenditoriali, Unione Italiana Vini (Uiv), è un primo passo per fare fronte comune e passare rapidamente all’azione.
“La scelta da parte del Ministero degli Affari Esteri - ha detto il presidente di Unione Italiana Vini (Uiv), Ernesto Abbona - di procedere alla ricostituzione di un tavolo di lavoro tecnico dedicato al vino assieme ai rappresentanti del Mipaaf e di Ice nell’ambito delle azioni previste dal Patto per l’Export va nella direzione da noi auspicata e sostenuta. Per questo apprezziamo quanto annunciato dal Sottosegretario al Maeci, Manlio Di Stefano e dalla ministra delle Politiche agricole, Teresa Bellanova, in merito all’avvio di un tavolo strategico per l’internazionalizzazione, che vedrà Unione Italiana Vini (Uiv) tra gli attori protagonisti”. E proprio Uiv, in merito alla strategia di rilancio e in particolare all’aumento, da 100 a 150 milioni di euro relativo alla misura di Ocm Promozione, ha ottenuto assicurazioni dalla ministra alle Politiche agricole Teresa Bellanova che ha garantito “il massimo impegno anche per predisporre risorse aggiuntive su progetti nazionali. Su questo ci stiamo lavorando e ribadiamo piena disponibilità al confronto con le Regioni e in condivisione di tutte le parti”. La ministra ha poi posto l’accento sul ruolo, importante, che devono avere le imprese all’interno del confronto. “Lo specifico tavolo sul sostegno all’internazionalizzazione sarà convocato quanto prima - come da me richiesto - e avrà una natura estremamente operativa. Perché non mi stancherò mai di dire che è dalle imprese che devono arrivare le indicazioni per ottimizzare le strategie e le politiche mirate al settore”.
Secondo l’associazione di riferimento per il vino italiano, che interverrà in rappresentanza delle imprese, sarà fondamentale portare al tavolo azioni concrete di rilancio di un export che per la prima volta nel corso degli ultimi due decenni sta subendo una flessione a causa dell’emergenza sanitaria. Tra i punti fondamentali ci sono l’implementazione urgente di un piano di comunicazione istituzionale concentrato sui mercati prioritari (Usa, Canada, Cina), pianificato e condiviso anche in ottica di rilancio enoturistico. Una regia di sistema, che punti a convogliare le risorse in macroazioni evitando la dispersione in iniziative minori sia nell’impatto che nella portata. Secondo Uiv, occorrerà predisporre piani integrati in ottica di mercato ma anche di brand awareness in favore del prodotto enologico made in Italy presso mercati strategici ancora culturalmente lontani.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli