02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
SPORT & ENOGASTRONOMIA

Da uno Chef Team ai grandi vini, il wine & food sul podio della Coppa del Mondo di Sci a Cortina

Alta cucina e vino tricolori “gareggeranno” con i campioni internazionali, regalando agli appassionati un’esperienza made in Italy (18-22 marzo)
CHEF TEAM CORTINA, CORTINA, PROSECCO DOC, Non Solo Vino
Dallo Chef Team Cortina al Prosecco Doc, alla Coppa del Mondo di Sci a Cortina

Alta cucina, grandi vini e sport insieme ancora una volta, per la gioia dei tifosi appassionati e gourmet: questa volta, a rinnovare e celebrare un connubio amatissimo, è Cortina d’Ampezzo, la perla delle Dolomiti, che, tra la bellezza delle sue vette Patrimonio dell’Unesco, si prepara ad ospitare le finale della Coppa del Mondo di Sci Alpino (18-22 marzo), che ha scelto di raccontarsi e raccontare l’Italia anche con le eccellenze enogastronomiche, regalando un’esperienza tutta made in Italy.
Accanto ai grandi campioni internazionali, sul podio ci sarà un vero e proprio Chef Team Cortina (con 10 “campioni” Fabio Pompanin di Al Camin, Roberto Piccolin di Ariston, Famiglia Menardi di Baita Fraina, Luidi Dariz di Da Aurelio, Michel Oberhammer di Baita Pié Tofana, Carlo Festini di Lago Scin, Massimo Alverà di Pasticceria Alverà, Nicola Bellodis di Rio Gere, Graziano Prest di Tivoli, Famiglia Bocus di Villa Oretta), simbolo di una ristorazione che è la punta di diamante di Cortina, e le cui creazioni saranno nei piatti all’Audi Cortina Lounge nella Finish Area di Rumerlo e al Rifugio Duca d’Aosta.
Il brindisi? Con il Consorzio Prosecco Doc, immancabili bollicine per innaffiare il podio in una delle località più famose del loro terroir, ma anche con le etichette firmate Frescobaldi e la birra Forst, per gli amanti della bionda. E, tra le curiosità, ci saranno anche lo street food made in Italy all’arrivo delle piste, e persino il Cocktail ufficiale di Cortina 2021, firmato da Matteo Magri, Eddi Da Corte e Matteo Bernardi del Molo Pub Cortina, mix di sambuco, limone, tonica, gin 8025 Villa Laviosa e fiori di ibisco.
Con la cucina ampezzana che ha davvero scalato i vertici mondiali, fino ad assumere, con Fabio Pompanin e lo stellato Graziano Prest, il timone gastronomico di Casa Italia alle Olimpiadi invernali di PyeongChang 2018, riconfermato per quelle estive del 2020 a Tokyo.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli