02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Dai regolamenti collegati all’Ocm vino al Testo Unico passando per la normativa sul sistema autorizzativo degli impianti vitati: le novità ed il corpo normativo che regola il mondo enoico nell’edizione 2017 del Codice della Vite del Vino by Uiv

Dai regolamenti collegati all’Ocm vino al Testo Unico, con tutti i decreti attuativi approvati fin qui, passando per la normativa Ue e nazionale sul sistema autorizzativo degli impianti vitati, sono tante le novità in termini di normative e leggi che regolamentano il mondo del vino, tutte incluse, insieme all’intero corpo normativo vigente, nell’edizione 2017 del Codice della Vite del Vino, edito da Unione Italiana Vino e curato Antonio Rossi, responsabile del Servizio giuridico normativo, che raccoglie la rielaborazione e l’aggiornamento dell’intero panorama normativo nazionale.
Al centro c’è proprio l’emanazione del Testo unico del Vino, che rappresenta, per la Uiv, un passo fondamentale per la regolamentazione del settore vitivinicolo,
gettando le basi per una normativa più aderente alle concrete necessità del comparto e apportando al contempo un’ampia semplificazione normativa e di burocrazia in tutte le fasi di produzione, commercializzazione, tutela delle denominazioni, fino al sistema di controllo e promozione. Il volume si pone al centro di tale contesto, mettendo a disposizione degli operatori uno strumento sempre aggiornato e completo.
“La nuova edizione 2017 del Codice della Vite del Vino - spiega il presidente Uiv Ernesto Abbona - rafforza il progetto della collana editoriale sui temi giuridici avviata nel 2017 da Uiv. Iniziativa, questa, che sta accompagnando la riorganizzazione e il potenziamento del nostro Servizio Giuridico Normativo, tesa a valorizzarne la lunga esperienza maturata in decenni di lavoro a fianco delle imprese vitivinicole italiane. Un ottimo strumento per stimolare dibattito e confronto culturale sui grandi temi della legislazione del comparto. La nuova edizione del Codice della Vite del Vino - prosegue Abbona - costituisce un prezioso mezzo di promozione di una moderna cultura giuridica della vitivinicoltura, presentando, insieme agli aggiornamenti della legislazione italiana ed europea, un focus sul “Testo Unico”, la più importante riforma del nostro settore che sta diventando una “best practice” anche per altri ambiti dell’agroalimentare, insieme ai primi recentissimi decreti attuativi approvati dal Ministero delle Politiche Agricole”.
“La nostra nuova collana editoriale, coordinata da un comitato scientifico composto da esperti di legislazione e professionisti, comprenderà sia pubblicazioni storiche che nuovi titoli - aggiunge Paolo Castelletti, segretario generale di Unione Italiana Vini - attraverso i quali vogliamo fare della nostra casa editrice un punto di riferimento culturale per il settore. Un’ambizione alla quale stiamo lavorando da tempo, ampliando gli strumenti a disposizione del comparto con una newsletter periodica di informazione e aggiornamento normativo ma anche di dibattito e confronto di cultura giuridica. Un impegno editoriale che la nostra associazione sta portando avanti da 50 anni, dal Codice Comunitario vitivinicolo del 1977, e che prosegue ininterrottamente fino ad oggi”.
Info: www.uiv.it

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli