02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
ATTUALITÀ

Emergenza siccità e rincari causati dalla guerra in Ucraina: è allarme cibo nel Corno d’Africa

Susan Otieno, executive director ActionAid Kenya: “la situazione si sta rapidamente deteriorando in tutto il Paese”
ACTION AID, AGRICOLTURA, CARESTIA, CIBO, Non Solo Vino
Amina Aden Salat, 70 anni, era allevatrice di 75 capre. Ora ne sono rimaste solo due

Emergenza cibo nel Corno d’Africa. La regione è colpita dalla peggiore siccità degli ultimi decenni con i cambiamenti climatici che hanno portato a quattro anni di raccolti falliti, piogge irregolari e invasioni di locuste che, con l’incremento globale del costo dei generi alimentari, stanno portando i Paesi a situazioni intollerabili. Con la guerra in Ucraina, poi, le famiglie pagano il doppio, il triplo o, in alcuni casi il quadruplo di quanto pagavano per il cibo fino a pochi mesi fa. Donne e ragazze, che spesso mangiano per ultime e di meno, sono le più colpite dall’emergenza: le famiglie sono costrette a saltare i pasti e a ritirare i loro figli da scuola, soprattutto le bambine. Mentre le madri sono obbligate a percorrere distanze molto più lunghe in cerca di cibo e acqua, lasciando i figli soli, correndo anche il rischio di subire violenza sessuale lontano da casa. Anche all’interno delle famiglie, fame e sete aumentano il rischio di violenza domestica. Un allarme rilanciato da Susan Otieno, executive director ActionAid Kenya.
“La situazione si sta rapidamente deteriorando in tutto il Paese. Ovunque per strada ci sono carcasse di animali in decomposizione e la scarsità d’acqua spinge gli animali selvatici ad avvicinarsi sempre di più ai villaggi. C’è urgentemente bisogno di incrementare gli sforzi per portare i beni di prima necessità a chi oggi sta soffrendo. La crisi alimentare e la malnutrizione, soprattutto infantile, peggiorano di giorno in giorno”
. Una ricerca globale di ActionAid, pubblicata di recente, mostra che i prezzi locali di cibo e carburante sono più che triplicati in alcune delle comunità più a rischio del mondo. In Etiopia il prezzo dei fertilizzanti è aumentato del 196% mentre in Somaliland il costo dell’olio a seguito del conflitto Russo-Ucraino è salito del 260%, quello del pane del 163%.
I team umanitari di ActionAid stanno lavorando per fornire aiuti alimentari ed economici, acqua e mezzi di sussistenza salvavita. È, però, necessaria un’azione urgente a livello internazionale: ActionAid chiede ai governi e alla comunità internazionale di fornire una rapida assistenza finanziaria per aiutare le persone che hanno urgente bisogno di cibo e acqua. I governi africani devono investire nella creazione di riserve alimentari nazionali e regionali per agire da cuscinetto e ridurre la vulnerabilità alla scarsità di cibo e all’aumento dei prezzi nei Paesi.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli