02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
EFFETTO GUERRA

Fao, più aiuti all’Ucraina per tutelare capacità agricola e sicurezza alimentare di Kiev

Firmato un accordo con il Governo che amplierà l’assistenza tecnica e umanitaria alle comunità più vulnerabili del Paese
AGRICOLTURA, FAO, Guerra, UCRAINA, Non Solo Vino
La Fao in aiuto dell’agricoltura ucraina

La Fao non dimentica l’Ucraina e il suo popolo e decide di rafforzare la sua presenza sul territorio. Ad ufficializzarlo è la firma di un accordo con il Governo che amplierà l’assistenza tecnica e umanitaria alle comunità più vulnerabile del Paese, zone rurali in primis. Un aiuto fondamentale anche per portare cibo a chi sta vivendo un momento di grande difficoltà e che arriva a seguito del sostegno avvenuto per produzione agricola e i sistemi alimentari dopo lo scoppio della guerra. Come ha affermato Laurent Thomas, vicedirettore generale Fao, “questo accordo estenderà la capacità agricola dell’Ucraina e proteggerà la sicurezza alimentare dei più vulnerabili, senza lasciare indietro nessuno”.
Gli impatti della guerra in Ucraina hanno gravemente interrotto la produzione agricola e le esportazioni, mettendo a repentaglio la sicurezza alimentare sia locale che globale. I prezzi dei beni di prima necessità sono incrementati in modo significativo specialmente nelle aree dei combattimenti. Le principali problematiche previste nei prossimi mesi per la produzione agricola riguardano i bassi rendimenti dalla vendita dei prodotti, l’accesso a fertilizzantie pesticidi, ma anche combustibili ed elettricità con cui alimentare le attrezzature agricole. Anche lo stoccaggio dei prodotti raccolti è estremamente scarso. Sul fronte economico, il Piano di risposta rapida (Rrp) rivisto della Fao richiede 115,4 milioni di dollari per assistere quasi 1 milione di persone nelle zone rurali dell’Ucraina fino alla fine dell’anno.
Un sostegno che consentirà alle famiglie di produrre ortaggi, cereali, latte, carne e uova, alimenti necessari per sfamarsi. Per affrontare, in particolare, la crisi dello stoccaggio del grano, la Fao ha sviluppato una strategia di supporto che richiede ulteriori 65 milioni di dollari. Ad oggi, ha raccolto quasi 80 milioni di dollari contro il fabbisogno totale combinato di 180 milioni di dollari.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli