02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Finanza&mercati

A Trieste c’è il vino con il collo stretto ... Il segreto è nel collo: sottile e chiuso con un sughero più piccolo del normale. Con questa innovazione Edi Kante, titolare dell’omonima azienda agricola, è riuscito ad allungare i tempi di conservazione dei suoi vini in condizioni ottimali. Il titolare dell’azienda agricola Kante, specializzata nella produzione di vini di pregio, ha ideato la bottiglia di vetro da mezzo litro e da un litro, proponendola come nuovo standard per il mondo dei vini: proprio il collo più stretto, che richiede tappi di sughero più piccoli, garantisce una permeabilità ottimale all’aria che migliora l’invecchiamento e la durata del vino. L’azienda nasce nel 1980 a Prepotto, nel comune carsico di Duino di Aurisina: dieci ettari di vigneto e sei addetti per la produzione di vini eccellenti che nascono dalla passione di Edi Kante, che per cogliere suggerimenti preziosi si è messo anche a scavare negli archivi carsolini. L’amore per il proprio territorio e un occhio all’innovazione: questa la ricetta che ha permesso a Edi Kante di far conoscere e apprezzare, nel mondo, vini dal carattere profondamente locale.
Il segreto è stato unire il meglio della tradizione vinicola triestina con l’innovazione tecnica e l’attenzione alla qualità in tutto il processo, dalla maturazione alla vinificazione, dall’imbottigliamento all’invecchiamento. All’azienda agricola Kante, attualmente la produzione media di uva per ettaro è di 60 quintali che equivale a circa 35mila bottiglie all’anno: gran parte è destinata al mercato interno, mentre un 15% viene venduto in Giappone e negli Stati Uniti. La Kante ha registrato nel 2005 un fatturato di 335mila euro con una crescita del 19,6% rispetto al 2004. Adesso Edi Kante guarda alla Slovenia che, in ragione della vicinanza geografica, rappresenta un bacino naturale d’allargamento: lo scopo è raddoppiare l’estensione dell’azienda, realizzando almeno altri dieci ettari di nuovi vigneti oltre la linea di confine. Il progetto è appena partito e, al momento, Edi Kante sta tentando di scalare l’impervia montagna della burocrazia.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli