02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Finanza&mercati

“Prosit” per 150.000 visitatori ... Numeri record con 4.200 espositori e ospiti provenienti da oltre 100 paesi. Il presidente dì VeronaFiere, Ettore Riello esalta la solidità del sistema vino... Gli espositori delle quattro manifestazioni veronesi sono 4200, la superficie espositiva supera i 92mila metri quadrati e fino a lunedì sono attesi 150mila visitatori, 45mila dei quali provenienti da oltre 100 Paesi (oltre a 2400 giornalisti da 50 paesi): sono grandi numeri, con i quali la “cinque giorni del vino” si affaccia sul mercato internazionale all’insegna della fiducia. “Mai come quest’anno Vinitaly si presenta come vetrina di un settore pilastro della nostra agricoltura e anche della nostra economia - ha detto il presidente di VeronaFiere, Ettore Riello -. Dopo l’anno horribilis dell’economia mondiale e il mutamento degli scenari di mercato, Vinitaly dimostra che il sistema vino è solido. E Veronafiere vuole essere al fianco delle aziende in questo particolare momento dedicato alla ripresa del sistema economico”. Il presidente ha anche ricordato l’impegno di internazionalizzazione della manifestazione, che durante l’anno si svolge in versione export direttamente nei grandi paesi di sbocco delle produzioni vitivinicole. L’impatto della crisi sul vino italiano è stato il tema conduttore della prima giornata di Vinitaly, nella quale è emersa la buona capacità di tenuta del settore: il 36,3% di un campione rappresentativo di espositori ha registrato, nel 2009, un aumento del fatturato, mentre il 30,8% è rimasto stabile. Ovviamente un terzo ha perduto, ma il risultato è apparso a molti sorprendente. Nessuno, però, come avviene in molti casi quando l’economia non volge al meglio, ha contestato questi dati. E tutti hanno espresso fiducia anche sul valore di investimento della manifestarione. Basti dire che a Verona gli espositori dichiarano mediamente 33 contatti di natura professionale (e non di mera degustazione). Gli esperti assicurano che il dato è triplo rispetto alle fiere concorrenti. Tra le curiosità delle manifestazioni collaterali, da segnalare ad Enolitech la botte più grande del mondo, da 32mila litri, e tecnologie per il trasporto delle bottiglie per via aerea.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli