02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Finanza&mercati

Per l’Abruzzo un posto importante a tavola, a fianco del padrone di casa ... Un anno dopo il dramma, anche l’Abruzzo brinda alla rinascita appena iniziata: l’assessore all’Agricoltura Mauro Febbo, coordinatore degli assessori del centrosud, ha avuto l’onore di tagliare il nastro del 44° Vinitaly insieme al ministro per le Politiche agricole Zaia, al sindaco dì Verona, Flavio Tosi, e al presidente di Veronafiere, Ettore Riello. “Lo scorso anno - ha ricordato l’assessore Febbo - l’Ente Fiera decise di chiudere in anticipo la manifestazione, in segno di lutto e di rispetto per il dramma del popolo abruzzese colpito dal terremoto. Un gesto di grande sensibilità e un forte segnale di attenzione verso la nostra terra, che non dimenticheremo mai. Quest’anno ci è stata offerta questa straordinaria vetrina, che consente di avere i riflettori puntati sulle nostre eccellenze vitivinicole e olivicole. Sono estremamente grato, anche a nome di tutti gli operatori abruzzesi presenti a Verona”. Febbo ha poi ricordato che, appena un mese dopo il terremoto, il ministero delle Politiche agricole ha stanziato 40 milioni di euro per finanziare il Piano di sviluppo rurale 2007-2013 dell’Abruzzo, e anche anticipato i fondi 2009 per far ripartire l’economia agricola abruzzese. Oggi il ministro Zaia renderà visita al grande padiglione dell’Abruzzo, nel quale sarà presente anche il governatore della Regione, Gianni Chiodi.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli