02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Finanza&mercati

Veronafiere, bilancio da capogiro ... Fatturato di oltre 83 milioni di euro, margine operativo lordo di 11,6 milioni e utile netto di 1,5. Anno di crisi per tutti, il 2009 è stato un anno straordinario per Veronafiere, dì gran lunga migliore del budget di previsione (quasi del 20% per il solo fatturato; del 32,5% per il Mol). Va detto che le previsioni erano state prudenti, perché il risultato è in linea con il 2008, ma è proprio questo l’elemento di straordinarietà. Il quartiere espositivo ha operato per ben 136 giornate, con 42 manifestazioni su 723mila metri quadrati venduti, con 15mila espositori e 1 milione 123 mila visitatori. A fianco delle esposizioni, 460 convegni per 60mila iscritti. “Nonostante il quadro economico internazionale - ha dichiarato il presidente Ettore Riello - Veronafiere ha segnato risultati positivi e confermato la quota di investimenti autofinanziati, per 15 milioni di euro. Anche il ruolo di piattaforma per l’interscambio con l’estero si è rafforzato, con due delle quattro partnership previste a fine piano industriale, nel 2014”. Sono infatti state costituite Veronafiere Lems India Private Ltd, con sede a New Delhi, ed è stato siglato l’accordo con il Trade Development Council di Hong Kong. “L’attività internazionale - ricorda il direttore generale Giovanni Mantovani - ha visto nel 2009 l’organizzazione di 18 eventi in 11 Paesi, tra i quali Corea del Sud, Giappone, India, Brasile, Stati Uniti, Russia e Cina”. Questa attività “caratterizza fortemente, e si riversa positivamente, sulle manifestazioni veronesi. La percentuale di presenze estere, infatti, è del 29% tra i visitatori e del 26,5% tra gli espositori: medie molto superiori al range del settore”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli