02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
STELLE E POLEMICHE

Gianfranco Vissani: “la Michelin è una vergogna italiana, ma da chi siamo giudicati?”

La dura reazione dello chef umbro alla bocciatura riservata dalla “rossa” a Casa Vissani, che passa da due ad una stella
GIANFRANCO VISSANI, Michelin, POLEMICHE, STELLE, Non Solo Vino
Gianfranco Vissani

Come ogni anno, la presentazione della Guida Michelin porta con sé tante novità, felici, come il nuovo tre stelle, Enrico Bartolini, con il Mudec di Milano, e meno felici, come la bocciatura riservata nell'edizione 2020 della “rossa” a Gianfranco Vissani, tra i fornelli senza grossi dubbi uno dei padri nobili della cucina italiana, che ha visto il suo ristorante di Baschi (Terni), passare dopo tanti anni da due ad una stella, e come successo di recente a chef importanti come Carlo Cracco e Davide Scabin e, ormai qualche anno fa, al padre nobile della cucina italiana moderna, Gualtiero Marchesi, ricordato, nel suo duro, quanto comprensibile, sfogo, dallo stesso Vissani. “Per loro è un gioco, per noi no - ha reagito lo chef umbro, star in cucina come sul piccolo schermo -, ma a questo punto ce le potevano togliere entrambe, no? La Michelin è una vergogna italiana, un discorso solo commerciale. Aveva ragione Gualtiero Marchesi: ma da chi siamo giudicati? Bisognerebbe chiedersi chi è in grado di giudicare un ristorante oggi. Io dico solo che il mio è pieno e funziona, mi basta questo. Non voglio confrontarmi con altri chef, né essere giudicato da ispettori messi in piazza dai francesi”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli