Slow Wine 2024
Allegrini 2024
EVENTI 

I mille vignaioli che guidano il nuovo “Risorgimento” dei piccoli produttori italiani

Riparte da BolognaFiere (25-27 novembre) il Mercato dei Vini dei Vignaioli Indipendenti di Fivi (n. 12). La città polo leader dell’agroalimentare
BOLOGNA, MERCATO DEI VINI DEI VIGNAIOLI INDIPENDENTI, vivi, Italia
Il Manifesto 2023 firmato dal maestro Guido Scarabottolo

Una vera e propria “spedizione” di oltre 1.000 vignaioli e vignaiole, in arrivo da tutte le regioni, che, da Bologna, guideranno il nuovo “Risorgimento” dei piccoli produttori del Belpaese: dal 25 al 27 novembre torna il “Mercato dei Vini dei Vignaioli Indipendenti”, edizione n. 12, che, quest’anno, si trasferisce da Piacenza a Bologna. In programma, oltre alla classica mostra-mercato, una serie di masterclass dedicate ai territori e alle eccellenze italiane ed un ampio spazio per gli artigiani del cibo.
Immutato lo spirito che da sempre lo contraddistingue, basata sull’importanza che il mercato dei vini rappresenta per i vignaioli: da un lato, luogo di scambio e importante momento associativo, dall’altro la sede in cui incontrare il pubblico. Una sorta di estensione delle cantine, in cui possono accogliere chi vuole conoscere il loro lavoro e i loro vini. “Saremo più di mille, a Bologna - dichiara Lorenzo Cesconi, presidente Fivi - per un evento che si preannuncia come il principale appuntamento dei produttori di vino italiano, nell’accezione che è giusto dare a questo termine. Per noi “italiano” non è un mero dato geografico, men che meno un orpello formale, ma è un aggettivo che può essere associato solo ad un vino che rappresenta l’identità e la vocazione di un territorio, prodotto nel rispetto del paesaggio e dell’ambiente, intrinsecamente connesso in un complesso sistema di relazioni culturali, economiche e sociali. Il Mercato dei Vini dei Vignaioli Indipendenti, in questo senso, è l’evento più rilevante del vino italiano”. “Con l’arrivo del Mercato dei Vini dei Vignaioli Indipendenti (Fivi), e dopo Slow Wine Fair, Bologna si afferma - sottolinea il presidente BolognaFiere, Gianpiero Calzolari - come luogo elettivo degli eventi del vino sostenibile e di straordinaria qualità. BolognaFiere - con Slow Wine Fair, Marca, Sana e il Mercato dei Vini - rafforza il posizionamento come polo espositivo leader nell’agroalimentare”.
Il Mercato dei Vini 2023 dei Vignaioli Indipendenti (Fivi) avrà il manifesto firmato dal maestro Guido Scarabottolo, illustratore e grafico che, con la sua personalità ed il suo tratto, risponde perfettamente alla natura della Fivi: in locandina (in collaborazione con Corraini Edizioni) un omaggio all’infinita varietà dei vignaioli attraverso la citazione delle bottiglie di Giorgio Morandi, fsmoso pittore bolognese del Novecento.

Copyright © 2000/2024


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2024

Altri articoli