02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

I Viaggi Di Repubblica

L’azienda elegante ... Paesaggio incontaminato, vigne vicine al mare e hotel di charme... “Quell’appezzamento di Insolia verrà reimpiantato. Era una vigna a tendone, come si usava un tempo, e l’irregolarità della dislocazione, si vede bene, lo rende inutilizzabile”. In perfetto francese, Paolo Marzotto, un tempo al timone della Zignago - la holding cui fa capo il marchio che porta il nome di famiglia e i vini Santa Margherita, accompagna nella sua azienda vitivinicola gli ospiti del Maxim’s business Club, che nel loro tour siciliano hanno previsto anche una tappa al Baglio di Pianetto. Svedesi, svizzeri, francesi con la passione della buona tavola. C’è la signora Heinz, erede del re delle confetture, un affermato notaio parigino, tutti turisti “heavy spender”, ad alta capacità di spesa, ma anche esigenti. Siamo a Santa Caterina Gela, 20 chilometri a sud di Palermo. La tenuta, 90 ettari in gran parte vitati e 3 a ulivo, è un paesaggio incontaminato con vigne tra i 550 e 600 metri sul mare: nel cuore il vecchio Baglio, ristrutturato e trasformato in un “hotel de charme” con 15 camere, che aprirà i battenti verso febbraio. L’enoteca già funziona e la cucina pure con un cuoco, Angelo Melle, siciliano, che promette di far parlare presto di sé. Paolo Marzotto festeggia i 76 anni e il nuovo business dell’enoturismo, in cui si è lanciato insieme alla moglie Florence, con gli ospiti francesi: una grande torta accompagnata dal Moscato di Noto, frutto di un’altra azienda, vicino Noto. A tavola due prodotti di Pianetto: un Viognier in purezza, Ginolfo, e un Merlot in purezza, Piana dei Salici. Un piccolo assaggio delle 8 referenze in portafoglio, destinate a salire a 10: il Ficiligno, blend di Insolia e Viognier, lo Shimer, Merlot e Nero D’Avola; il Ramione, Merlot in purezza, Piana dei Cembali, Nero d’Avola al 100 per cento. Una scommessa sul futuro è Chianu Carduni, Petit Verdot in purezza che fa oltre i 14 gradi portati con una eleganza e freschezza che raramente i vini del Sud hanno. Pronto per il prossimo anno.

Piana dei Ginolfo, Igt 2005 – euro 11,5
Chianu Carduni, Igt 2004 – euro 21,60

Baglio di Pianetto
Santa Cristina Gela, Contrada Pianetto; Palermo
www.bagliodipianetto.it
Visite: su prenotazione
Tel. 091 8570002

La parola al viticoltore - “Il valore del vino viene dal territorio”
“Io, vicentino, amo la Sicilia fin da bambino, quando ci venivo con la famiglia. E’ un territorio incredibile e stiamo cercando di realizzare vini che pur rispecchiando la tipicità del Sud non siano cotti, pesanti, ma freschi, che non stanchino, come vogliono oggi i consumatori. Il clima, ventilato, e il terreno, calcareo, asciutto, ce lo consentono; nella tenuta, poi, corre una fonte che la gente del posto chiama miracolosa” e viene a prenderla quando vuole. Ho sperimentato con il Ficiligno il matrimonio tra Insolia e Viognier, quest’ultimo è tipico della Col du Rhone, un’area che ricorda molto la Sicilia e questa etichetta ci ha fatto da apripista sui mercato. Credo molto nella potenzialità dei vitigni autoctoni, Insolia e Nero D ‘Avola, ma penso che la specificità di un vino, il valore aggiunto, è quello che riesce a dare il territorio”.
Paolo Marzotto 
Autore: Paola Jadeluca

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli