02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

I Viaggi Di Repubblica

Il gotha del Chianti ... Degustazione di annate storiche a Borgo San Felice... Il Chiantishire sferra l’attacco per riprendersi il ruolo guida del vino italiano. Dal tappo antifalsificazione all’innovazione del marchio Gallo Nero, tante le strategie dei produttori che ora si sono riuniti per una degustazione di annate storiche, dal 1980 al 2001, a Borgo San Felice. Capofila della riscossa del Chianti, Agricola San Felice è uno dei primi casi di albergo diffuso, relais di lusso ottenuto dalle abitazioni e fattorie dell’antico borgo medievale.
Di proprietà della Ras, dopo l’acquisizione della compagnia da parte di Allianz è finita al gruppo tedesco, che considera vino e cibo italiani un asset da valorizzare. Alessandro Marchionne, da pochi mesi a testa dell’azienda agricola, ha predisposto il rilancio della struttura, che ha tra l’altro due allevamenti di Chianina e un’altra tenuta vitivinicola in Maremma. Sua l’idea di riunire il Gotha del Chianti, a quaranta anni di distanza dalla prima annata del Vigorello, creato a San Felice, che ha segnato la svolta di questo territorio. Un vino nato per ribellarsi al disciplinare degli anni 60, è stato l’antesignano dei Supertuscan che hanno portato l’Italia nell’Olimpo dell’enologia mondiale. Cento per cento di Sangiovese, oggi sarebbe un Chianti Classico. Il disciplinare, infatti, è ricambiato. E la riscossa del Chianti passa per il Sangiovese, che nelle annate storiche ha esaltato l’eleganza di questo vitigno.

Agricola San Felice
Borgo San Felice, Castelnuovo Berardenga, Siena
Tel. 0577-3991 - www.agricolasanfelice.it

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli