02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LA CURIOSITÀ

Il 2 giugno, Festa della Repubblica, si celebra anche la cucina italiana nel mondo

In 40 Paesi l’edizione n. 14 della Giornata Internazionale delle Cucine Italiane, nel segno del grande Tony May, che ha fatto grande l’Italia in Usa
2 GIUGNO, CUCINA ITALIANA, GIORNATA INTERNAZIONALE DELLE CUCINE ITALIANE, TONY MAY, Non Solo Vino
La Giornata Internazionale delle Cucine Italiane, nel segno di Tony May

Un piatto semplice, come “Pasta e fagioli con le cozze”, per celebrare la cucina italiana nel mondo ed uno dei suoi più grandi ambasciatori, Tony May storico ristoratore che ha fatto fortuna a New York contribuendo a fare grande la cucina italiana negli States (capace di mettere a tavola star come Michael Douglas, Catherine Zeta Jones, Sylver Stallone, Sophia Loren, Sharon Stone, Harrison Ford, Demi Moore, Tom Hanks, Ron Howard, Luciano Pavarotti, ma anche finanzieri, industriali, artisti e politici), scomparso ad aprile 2022. Così, nel 2 giugno che è Festa delle Repubblica e, nel mondo l’Italian National Day, si celebrerà l’edizione n. 14 della Giornata Internazionale delle Cucine Italiane (Idic - International Day of Italian Cuisines).
Centinaia di cuochi in oltre 40 Paesi, dall’Argentina al Canada, dalla Cina alla Germania, dal Guatemala all’Indonesia, dal Giappone al Messico, all’Olanda, anche in Russa e in Ucraina, fino al Vietnam, la celebrano inserendo nel menù pasta fagioli e cozze, “un piatto che ha le sue origini nella città di Torre del Greco”, stessa città natale di Tony May.
L’evento clou sarà proprio a New York, al ristorante il Gattopardo, tra i più famosi ristoranti italiani della città. A promuoverlo sono itchefs-GVCI (Gruppo Virtuale Cuochi italiani), la rete di professionisti della cucina italiana che opera in 70 Paesi e che lanciò l’evento nel 2008, e il Gruppo Italiano, l’organizzazione che raccoglie centinaia di ristoranti, cuochi e culinary professional negli Usa. Ad introdurlo sarà Antonino Laspina, direttore Ice New York, e vi prenderanno parte Gianfranco Sorrentino, presidente Gruppo-Italiano Ristoratori, Rosario Scarpato, fondatore e direttore dell’International Day of Italian Cuisines, e, in collegamento video, chef da vari paesi: Vittorio Beltramelli (Giuse’ - Parigi), Fabio Cappellano (Il tartufo - Delft/Olanda), Paolo Gramaglia (President - Pompei), Alessandro Miceli (Bella - Dubai), Vito Gnazzo e Jordan Frosolone, rispettivamente chef de Il Gattopardo e de The Leopard of des Artistes), con la presenza di Marisa May, figlia e partner di Tony in vari ristoranti.
Nato nel 2008 come reazione contro la contraffazione sistematica della cucina e dei prodotti italiani, l’International Day of Italian Cuisines punta a tutelare il diritto dei consumatori internazionali ad una cucina italiana autentica e di qualità quando entrano in ristoranti etichettati come “italiani”. I partecipanti, spiega una nota, hanno ricevuto un poster personalizzato per la promozione dell’evento, che per la prima volta nella stori è stato immortalato in un NFT (Non Fungible Token), coniato in cinque esemplari da Crypto DineWineArt, la firma che ha lanciato gli Nft delle dining experience di Heinz Beck.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli