02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Giornale

“Il mio Amarone se l’è bevuto Putin”: dal caffè all’olio, dallo spumante al vino: i produttori esclusivi di Giancarlo Aneri ... Originario di Legango (Verona), figlio di un capostazione e diploma industriale, Aneri è un imprenditore da appena undici anni dopo essere stato per trenta sotto padrone: prima in un’azienda vinicola nel suo paese, quindi alla Ferrari spumante, infine all’acqua minerale Surgiva. E si è inventato un’attività che spazia proprio nel settore alimentare, diventando con “E’ Group” un produttore di nicchia nell’olio, nel caffè, nello spumante, nella grappa e nell’Amarone. “Idee semplici – dice – ma quasi sempre innovative”. Come lo è nel marketing: non sono i clienti a scegliere lui ma è lui a scegliere i clienti, di preferenza alberghi e ristoranti di prestigio, in Italia e all’estero, ai quali vende “E’ olio” (non un olio qualunque ma tre oli abbianti e di tre regioni: il ligure, il toscano e l’umbro), “E’ Tricaffè” (prodotto in una vecchia maniera e venduto anche in tredici caffetterie sparse per l’Europa), Prosecco Aneri (spumante), Grappa Aneri e ora anche Amarone Aneri. Nel complesso E’ Group produce 120mila chili di caffè, 180mila bottiglia di olio, 300mila bottiglie di Prosecco, 15mila bottiglie di grappa, 2400 bottiglie di Amarone, dà lavoro a una quarantina di persone e ha un giro d’affari ancora di poche decine di milioni di euro ma in continua crescita. Aneri è anche l’inventore di un premio giornalistico chiamato “E’ giornalismo”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su