02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Giorno

Vino: la prima di MiWine ... La prima esposizione professionale del vino e dei distillati di qualità ma soprattutto una manifestazione esclusiva dallo stile tipicamente italiano e dal carattere internazionale. Miwine (14 e 16 giugno 2004), rassegna nata su iniziativa dell'Unione Italiana Vini che a questo scopo ha creato la Società italiana fiere agroalimentari Spa (Sifa) il cui controllo è stato assunto da Fiera Milano Spa, si rivolge ai professional del vino con un potere d'acquisto elevato e con capacità decisionale. Intorno a Miwine ruoterà il concetto stesso del bere di pregio: un vero e proprio salto di qualità nella filosofia espositiva del settore. «L'idea di una grande rassegna dedicata al vino è nata per colmare un vuoto. Miwine sarà sì rivolto al business ma soprattutto a coloro che vogliono investire sui mercati internazionali - dice Davide Gaeta, amministratore dell'Unione Italiana Vini -. Sarà un club di grandi marche che proporranno agli stranieri il meglio che c'è sul mercato.Così come è avvenuto per la moda, Milano rivivrà momenti ed eventi mondani con un grande protagonista, il vino di altissima qualità». L'iniziativa è nata anche dalla necessità di porre un freno all'invasione sui mercati italiani del vino estero e al fenomeno, rilevato in una recente indagine Indicod/Nomisma, di prodotti alimentari e vinicoli italiani «falsi» che hanno invaso gli Stati Uniti (nel food & beverage qualsiasi richiamo all'Italia giustifica un posizionamento di prezzo superiore). Non è un caso dunque che su un mercato (l'indagine si riferisce alla grande distribuzione negli Stati Uniti) di 5 miliardi e mezzo di dollari, il valore finale delle vendite di vini italiani «autentici» raggiunge appena i 396,6 milioni di dollari, poco più del 7%. I prodotti «imitati» hanno invece una quota di mercato del 10%, con n giro d'affari di 550 milioni di dollari. Un enorme danno per il nostro Paese se si pensa che nel 2002 l'Italia ha esportato nel mondo 15.186.823 ettolitri di vino per un valore di 2.729.089.000 di euro. Di questi ben 7,6 milioni di ettolitri rappresentano il vino in bottiglia per un controvalore di 2.103.746.000 euro, i restanti sono commercializzati sfusi.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su