02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
PROMOZIONE

Il made in Italy agroalimentare, con il Parmigiano Reggiano in testa, a New York

Promozione e tutela (con Coldiretti) al “Summer Fancy Food Show”, la più importante fiera Usa dedicata al food & beverage
agroalimentare, MADE IN ITALY, PARMIGIANO REGGIANO, PROMOZIONE, SUMMER FANCY FOOD SHOW, TUTELA, Non Solo Vino
Il made in Italy agroalimentare, con il Parmigiano Reggiano in testa, a New York

L’agroalimentare italiano ha chiuso il 2021 con il dato record di 52 miliardi di euro di export, grazie ad un crescita che non si è arrestata neanche durante la pandemia. Una buona parte del merito di questo risultato va agli Stati Uniti, primo mercato extra Unione Europea e secondo mercato in assoluto, dove le spedizioni sono cresciute del 15% sul 2020. In testa, tra i prodotti più esportati, il vino (1,72 miliardi di euro), ma sono tante le eccellenze del made in Italy - nello sconfinato patrimonio di specialità Dop/Igp/Stg riconosciute (316) - che hanno nel mercato d’Oltreoceano una meta privilegiata. A partire dal Parmigiano Reggiano, che in Usa, nel 2021, ha spedito ben 12.868 tonnellate di prodotto, il +10,4% rispetto al 2020. Numeri importanti, ma da “difendere”, puntando sulla promozione e sulla fidelizzazione dei buyer ancor prima che dei consumatori. Per questo motivo il Consorzio Parmigiano Reggiano sarà tra i protagonisti del Summer Fancy Food Show”, la più importante fiera Usa dedicata al mondo del food & beverage, con migliaia di prodotti da decine di Paesi diversi, di scena a New York dal 12 al 14 giugno, nella cornice del Javits Center.
Nella Grande Mela il Parmigiano Reggiano pianificherà le strategie commerciali future insieme ai player Usa del settore, riuniti per la prima volta dalla fine della pandemia, ma ci sarà spazio anche per momenti di pura promozione, come l’apertura di una forma di Parmigiano Reggiano con il presidente dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini e l’Europarlamentare Paolo De Castro.
Una presenza istituzionale, certamente non l’unica, che ben racconta l’importanza del mercato Usa, dove però tante produzioni dell’agroalimentare italiano, oltre a pensare a crescere, devono tutelarsi da plagi e brutte copie. In loro soccorso, Coldiretti e Filiera Italia, insieme ad Agenzia ICE con una provocazione che faccia toccare con mano la straordinaria varietà e distintività delle eccellenze alimentari nazionali e smascherare le imitazioni che si moltiplicano nei diversi continenti. Come? Mettendo a confronto le autentiche specialità nazionali con le brutte copie
più diffuse, mentre i cuochi contadini dimostreranno la differenza tra i veri piatti della tradizione gastronomica tricolore e quelli storpiate all’estero con ricette improponibili. E alla tavola rotonda “The Authentic Italian Food System” sarà diffuso lo studio Coldiretti/Filiera Italia sulle esportazioni agroalimentari italiane in tempi di guerra e la minaccia rappresentata dal moltiplicarsi dei “tarocchi” low cost e dall’arrivo dei cibi sintetici.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli