02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Messaggero

Aglianico, immancabile se c’è il pecorino & Sondaggio di WineNews sulle "Cantine in Web" ... Equinozio di primavera dall'atmosfera purtroppo pesante: visti i venti di guerra che, comunque la si pensi, non inducono di certo al buon umore. Per provare magari a distrarsi, pur se fugacemente, si potrebbe provare a partecipare ad un sondaggio lanciato da WineNews, relativo alla classifica delle “Cantine in Web": esprimendo la propria preferenza sul migliore tra i siti elettronici collegati alle aziende vinicole italiane. Basterà connettersi a www.winenews.it, e rispondere ai semplici quesiti proposti: alla fine dell'anno una giuria di esperti di comunicazione prenderà in esame i più votati, stilando la graduatoria definitiva dei primi dieci.
Nonostante la diffusione ormai planetaria di internet, comunque, anche la vecchia carta stampata non cessa però di mandar segnali altamente qualitativi. Valga ad esempio l'uscita di un tomo, The Global Enciclopedia of Wine (912 pagine ma anche, in verità, 75 dollari), che almeno per chi conosce l'inglese costituisce un compendio strepitoso sul vino prodotto un po' in tutto il globo terracqueo. Una nutrita squadra di illustri penne d'oltremanica (i professionisti inglesi del settore sono da sempre degustatori preparatissimi), guidate da un australiano, James Halliday, vi raccontano Bacco come forse mai in precedenza: occupandosi non soltanto di Francia, Italia, Spagna, USA o Australia, ma anche toccando nazioni quali come Ucraina, Moldavia, Cipro, Tunisia, India, Giappone... Occupandosi, per ogni contesto preso in esame, di produzioni, vitigni e ambiti viticoli più significativi. Veramente una summa, reperibile tramite www.wineappreciation.com.
Complimenti agli autori, quindi: ai quali, per l'occasione, andrebbe fatto assaggiare un bel campione fra i tanti ottenuti dai nostri vitigni autoctoni. Come l'Aglianico del Vulture Il Viola 2000 della Tenuta Le Querce (11-11,50 euro). Rosso rubino concentrato con riflessi porporini, muove all'olfatto con ricordi di confettura di frutti di bosco, amarena, prugna, viola, vaniglia e carruba. In bocca è ricco, di corpo, dal tannino ben presente ma non aggressivo, di buona persistenza gusto-olfattiva. Con brasati, carni arrosto e pecorini stagionati sarà la quadratura del cerchio.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli