02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Messaggero

Carbio, rosso profondo ma fresco: va sui tortellini ma anche sui bolliti... Potrebbe essere l'occasione giusta, questa delle feste, per stappare uno degli otto vini italiani che hanno messo d'accordo tutte le guide del settore (per conoscerli, www.winenews.it). Anche se, al di là di ogni ufficialità, almeno in casi come questi non sarebbe male dedicarsi solo alle proprie preferenze, ai propri trascorsi, alle proprie abitudini. Le tante tradizioni gastronomiche del nostro Paese relative al Natale, infatti, fra pesci, carni e ricette tipiche, trovano sempre splendido connubio con le meraviglie vitivinicole dello Stivale, dal Tocai friulano al Nero d'Avola. È proprio a Natale, forse, che cucina e vino sembrano essere fatti l'uno per l'altra, anche nel rispetto del territorio. A mo' d'esempio, prendendo come spunto quella provincia ternana in costante crescita sotto l'aspetto enoico, ecco addirittura il rosso di una cooperativa: il Carbio 2003 della Cantina dei Colli Amerini (15 euro), dai ricordi di amarena, visciola e cacao, e dal percorso gustativo profondo ma elegante, ricco ma fresco. Ottimale per il pranzo del 25: sia che si confronti con tortellini o cappelletti, sia con agnello o anatra piuttosto che con bolliti o arrosti. Proprio di grande versatilità (arretrato del 23 dicembre 2005).

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli