02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Messaggero

Vigna d’Alfiero, un Nobile solido per accompagnare la Chianina … È partita “la settimana toscana”: che ogni anno, a tamburo battente, mette in fila dal lunedì al sabato San Gimignano, Chianti Classico, Montepulciano e Montalcino, in una serie di appuntamenti basati, rispettivamente, su confronti con altri territori, anteprime di prossime uscite, attribuzioni di stelle alle nuove annate, onorificenze. Un gran girotondo, davvero: di cui parleremo poi, “adottando intanto una barrique”. Così infatti recita, più o meno, il progetto messo a punto dalla tenuta Valdipiatta di Montepulciano, che intende affinare ed imbottigliare vini voluti direttamente dagli acquirenti, al fine di vedere realizzati campioni personalizzati. L’appassionato assaggia i campioni che stanno per iniziare l’affinamento, in sintesi, giungendo poi, alla fine del percorso e con l’aiuto della cantina, ad ottenere il “blend” che si era prefissato, avendo così un suo vino pur non possedendo vigna e cantina. E chissà che non riesca buono come il loro Nobile Vigna d’Alfiero (30 euro), rosso rubino dai toni di viola, confettura di prugna, visciola, marasca e spezie dolci. In bocca è solido ma di classe, avviluppante e nervoso. Magnifico su una fiorentina di vera Chianina

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su