02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Mondo

Campari si beve Sella & Mosca: acquisizione dell’azienda vinicola di Carlo Bonomi. La società sarda fattura 40 milioni di Euro ed ha viti anche in Cina ... L’operazione, almeno nelle linee essenziali, è stata esaminata martedì 8 gennaio dal board Campari riunito sotto la guida del giovane presidente, Luca Garavoglia, assieme al chief executive Marco Perelli Cippo. E se non sorgeranno ostacoli nelle battute finali, il negoziato, già avviato nella massima riservatezza, potrebbe concludersi nei prossimi giorni con l’acquisizione di una delle maggiori aziende vitivinicole del Paese: la Sella & Mosca di Alghero. In pratica, l’ultima provincia dell’ex-impero di Carlo Bonomi (Bi-Invest, Saffa, Fondiaria), da tempo trasferitosi a Londra ma tuttora presidente della società sassarese. Con 7 milioni di bottiglie, un fatturato di circa 40 milioni di euro (assieme alla Zedda Piras, liquori al mirto) e 650 ettari in Sardegna, la Sella & Mosca è cresciuta molto sotto la guida dell’amministratore delegato Giovanni Marzagalli: in pochi anni ha rilevato tenute in Gallura e Sulcis, avviato la produzione vinicola in Cina, riqualificato il brand su un settore più alto. Ma ormai non rientra più tra le priorità d’investimento della famiglia Bonomi, che da tempo meditava di passare la mano. Per la Campari, 490 milioni di euro di ricavi, quotata in Borsa dal luglio scorso, si tratta di un’opportunità sicuramente ghiotta. Dopo lo shopping degli ultimi mesi, prima in Brasile e Uruguay con l’aguardiente Dreher e i whisky Old Eight e Drury’s, poi negli Usa con la vodka Skyy, la società dei Garavoglia vuole infatti rafforzare il peso di una delle tre gambe d’affari, oltre agli spirit e ai soft drink. E cioè proprio il settore wines, oggi rappresentato dai prodotti Cinzano vermouth e Cinzano spumante.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli