02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Mondo

Sommeliers, i calici per assaggiare il vino ... Si chiamano, semplicemente, Sommelier. Come i palati (e nasi) sopraffini capaci di decifrare i segreti dei vini. E si tratta di una linea di calici soffiati artigianalmente dalla casa vetraia Riedel, per la prima volta, nel 1973. Calici che, nella storia della degustazione, sono una sorta di pietra miliare. A idearli, tracciandone un giorno lo schizzo su carta dopo averne parlato con amici estimatori dei vini, è stato Claus Riedel (confrontandosi con l’Associazione italiana sommelier). Originariamente composta da una decina di calici, la linea Sommeliers è stata ampliata da Georg Riedel fino agli attuali 32 modelli, ognuno per una tipologia enologica: assecondando così la vorticosa evoluzione del mondo de vino, nel quale i prodotti di alta qualità sono cresciuti notevolmente. Così oggi c’è la scala di sette bicchieri da rossi, a partire dal bicchiere da rosé e poi da Sangiovese, fino al bicchiere Bordeaux grand cru (ideale anche per Cabernet e Merlot). Oppure la scala di otto bicchieri da bianco, che dai bicchieri leggermente più stretti per bianchi di maggiore acidità, come il Riesling cru, vanno fino al Montrachet-Chardonnay e al calice da Sauternes. Si trovano in oltre 400 punti vendita in Italia. Per informazioni: Studio Kalin, distributore per l’Italia, tel. 02/6692900.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli