02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Mondo

Cordero di Montezemolo - Un Barolo speciale, prezioso come un gioiello. A La Morra, nella tenuta che appartiene da 16 generazioni alla famiglia piemontese ... Un vigneto di due ettari che si chiama Gorette. Un cedro del Libano plurisecolare che si staglia all’orizzonte e gli fa da sentinella. E un Barolo speciale che è il gioiello di famiglia: così prezioso che Paolo, Giovanni ed Enrico Cordero di Montezemolo (cugini vignaioli del più noto Luca) hanno deciso che solo chi si reca personalmente in azienda, per conoscere che amore e passione ci sia dietro la sua nascita, è degno di comprarlo. Manie di questo mondo del vino pazzerello, sempre a caccia di trovate per distinguersi? Può darsi, ma è anche questo il bello. Nell’ambito della produzione aziendale (soprattutto Barolo, come il Monfalletto e l’Enrico IV, ma anche Barbera, Nebbiolo, Dolcetto o Chardonnay) ecco così pronti i mille esemplari in tutto di bottiglie magnum, versione riserva, di Barolo Gorette 1998, a dosposizione, per 200 euro, dei visitatori della tenuta Monfalletto a La Morra (Cuneo; info: www.corderodimontezemolo.com). Una delle più interessanti e antiche realtà di Langa (26 ettari di vigneto ad anfiteatro), da 16 generazioni di proprietà dei Cordero di Montezemolo.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli