02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Mondo

Bisol, lollicine vincenti della Marca trevigiana.
Premiato dal mercato francese per il Valdobbiadene millesimato e il Pas dosé ... Che le bollicine made in Italy siano, per lo più, di buona qualità, lo sanno bene i consumatori della penisola che hanno stappato 100 milioni di bottiglie in occasione delle feste di fine anno. Ma un apprezzamento in più fa sempre piacere. Specie se arriva da un mercato come quello francese, numero uno al mondo per la produzione di spumanti (seguito da Spagna e Italia) che ha appena assegnato alle bollicine italiane due medaglie d’oro e quattro d’argento. A chi è toccato questo onore? Hanno conquistato l’oro la Cavit per la sua Cuvée spéciale e Bisol per il suo Valdobbiadene millesimato.
In particolare l’azienda boutique di Gianluca Bisol, nel cuore della Marca trevigiana, ha fatto l’en plein ottenendo anche l’argento per il suo Pas dosé. Argento condiviso con Ferrari (Brut), Contadi Castaldi (Franciacorta), e Letrari (Talento brut). Ad assegnare le medaglie è stato l’Insitut Paul Bocuse di Dijon, a seguito di una degustazione di 212 spumanti di 15 Paesi, effettuata da 45 giurati di tutto il mondo. Un motivo in più per fare la prova.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli