02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Mondo

Pasqua & Vesuvio: Cibovino Pastiera e passito al top della tradizione napoletana ... Non è Pasqua a Napoli senza la mitica pastiera, antico e amato dolce partenopeo a base di grano, ricotta e profumo d’arancio. Ogni famiglia ha la sua ricetta, tramandata da generazioni con la convinzione-certezza che sia la migliore. E ogni pasticceria giudica inimitabile il suo dolce pasquale che vanta esecutori formidabili, non più solo all’ombra del Vesuvio. Perché sì: sua altezza la pastiera raccoglie ormai fan in tutta Italia, considerata un po’ ovunque il dolce che annuncia la primavera, da gustare tutto l’anno. Una chicca per gli appassionati è la pastiera Giardini Arimei, ultima creazione della pasticceria Ugo Mignone di Napoli, santuario di dolcezze in piazza Cavour. Gli aggettivi sono superflui. E una pastiera come meglio non si può, che prende il nome della tenuta che i fratelli Muratori possiedono a Ischia (una delle quattro aziende del loro Arcipelago vitivinicolo), con una cantina scavata interamente in una grande pietra di tufo verde e terrazze che guardano il mare al tramonto. Lì, nella Tenuta Giardini Arimei, dal nome Arime, terra di fuoco per gli antichi cretesi, nasce un magnifico Passito secco, frutto di uve autoctone che appassiscono sulla pianta e vengono raccolte a poco a poco, da agosto fino a dicembre. E il “Vino delle sette vendemmie e delle tre stagioni”, come dice con orgoglio l’enologo Francesco Iacono; proprio quello che l’arte di Mignone ha sposato con gli ingredienti della sua pastiera, regalandole una marcia in più. Complice un felice incontro tra Mignone e lacono. Quest’ultimo così decisivo nella crescita del progetto Arcipelago Muratori, che la famiglia ha voluto dare il suo nome a una delle etichette pregiate della franciacortina Villa Crespia, la Riserva Francesco Iacono (www.arcipelagomuratori.it).

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli