02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
DAI PASCOLI AL MERCATO

Il “popolo” del Parmigiano Reggiano e del Grana Padano, insieme, contro i dazi Usa

Domani a Bologna, casari e mucche in corteo Coldiretti, con la presenza del Premier Giuseppe Conte
Coldiretti, DAZI, GIUSEPPE CONTE, GRANA PADANO, PARMIGIANO, USA, Non Solo Vino
La vacca rossa da cui nasce il Parmigiano Reggiano, minacciato dai dazi Usa

I possibili dazi Usa sui prodotti Ue spaventano l’Italia dell’agroalimentare, che si mobilita, con la Coldiretti che, nel Villaggio Contadino di Bologna, domani, alla presenza del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, chiama all’adunata “il popolo del Parmigiano Reggiano e del Grana Padano con mucche, caldaia e zangole al seguito scende in piazza alla vigilia dei risultati dell’arbitrato del Wto previsto il 30 settembre sulla decisione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump di mettere dazi ai prodotti europei, che rischia di colpire pesantemente importanti settori del Made in Italy, a partire dai due formaggi italiani più esportati nel mondo”. I due formaggi, infatti, sarebbero tra i prodotti a rischio dazi anche del 100%.

L’appuntamento è a Bologna, nel Villaggio Coldiretti, dove accorreranno decine di migliaia di produttori, casari, stagionatori, gastronomi e consumatori, domani 28 settembre dalle ore 9,con le proprie a storie, esperienze e prodotti a Bologna da Piazza XX Settembre al Parco della Montagnola fino a Piazza 8 Agosto, “per difendere il prodotto simbolo del Made in Italy minacciato dalla guerra dei dazi che favorisce il moltiplicarsi delle imitazioni come dimostra lo studio Coldiretti sul mercato del Parmigiano Reggiano, tra minacce ed opportunità”.

Intanto, a parlare, oggi, è stato il Ministro delle Politiche Agricole, Teresa Bellanova: “i dazi minacciati da Donald Trump vanno scongiurati. Gli Stati Uniti rappresentano il mercato di sbocco più importante per i nostri vini e le produzioni di qualità. Un aumento delle tariffe doganali metterebbe in serio pericolo posti di lavoro, imprese, famiglie, interi territori. Dobbiamo rafforzare con urgenza il dialogo con l’Amministrazione Usa per scongiurare questo rischio enorme. Ho già scritto al Presidente Conte e al Ministro Di Maio, evidenziando l’urgenza di rafforzare la promozione del made in Italy negli Stati Uniti. Su quel mercato subiamo ogni giorno un vero e proprio furto di identità. Dobbiamo prevedere risorse adeguate a far conoscere ai cittadini americani la qualità dei nostri prodotti”, ha detto il Ministro.

Domani, a Bologna, annuncia la Coldiretti, sarà realizzata la “prima galleria dei nemici del Parmigiano” per smascherare i falsi scovati “con l’operazione verità nei diversi continenti. Ad evidenziare le differenze con il prodotto originale nella piazza ci saranno i casari che prepareranno le forme secondo gli antichi rituali, con il latte ottenuto da una vera e propria stalla di vacche rosse, la storica razza da cui è nato il Parmigiano Reggiano”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli