02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Secolo Xix

Il Salone del vino chiama il pubblico... Nato come evento riservato ai
professionisti e agli addetti ai lavori,
il Salone del Vino di Torino, in
programma al Lingotto Fiere dal 27
al al 30 ottobre, quest’anno aprirà al
pubblico per due giorni anziché per
una sola giornata come nelle precedenti
edizioni.
Domani e domenica, infatti, appassionati,
curiosi, turisti del vino potranno
accedere ai padiglioni pagando
un biglietto d’ingresso di 10 euro
che comprende un coupon del valore
di 5 euro che potrà essere speso per
l’acquisto di bottiglie dalle cantine
espositrici. Manifestazione meno affollata
del Vinitaly (è minore il numero
dei singoli produttori, ma sono
presenti tutti i principali consorzi e
molte rappresentanze delle regioni
italiane), il Salone del Vino, ormai
alla quinta edizione, è soprattutto un
evento di impatto mediatico, con
convegni, degustazioni, talk-show.
Gli appuntamenti sono numerosi.
Uno dei più interessanti è dedicato
alla conoscenza dei vitigni autoctoni,
vitigni a volte rari e quasi sconosciuti
che rappresentano il grande patrimonio
dell’enologia italiana. Oltre
115 di questi vitigni, con i vini che
esprimono, saranno presentati nella
Grande enoteca dei Vini Autoctoni
Italiani, aperta oggi e domani nella
“Sala Gialla Promotor”, dove sarà
possibile degustare 350 vini di 200
aziende.
Sarà questo un momento del Forum
dei Vitigni Autoctoni, che è uno
dei punti qualificanti del salone torinese.
Domani alle 10,30 verrà presentata
la “Guida ai Vini d’Italia” di Slow
Food-Gambero rosso, e la domenica
sarà possibile assaggiare tutte le 240
etichette che hanno ottenuto gli ambiti
“tre bicchieri” (biglietto: 40
euro). Tra le altre degustazioni si segnalano
quelle organizzate dalla Camera
di Commercio di Siena per
esplorare tutte le Doc e le Docg del
territorio, l’assaggio dei “migliori
Champagne del mondo” e i piccoli
eventi organizzati dalle varie regioni
italiane (in molti casi gratuiti).
Quest’anno, infine, è previsto lo
“shopping di Bacco”: i visitatori
avranno la possibilità di acquistare le
bottiglie che sono maggiormente
piaciute. E per chi al vino vuole abbinare
qualcosa di dolce, c’è la possibilità
di spostarsi nel padiglione di
“Dolc’è - Salone dell’arte dolciaria e
del cioccolato”, che si svolge in contemporanea
al Salone del Vino.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli