02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore / Casa&case

Effetto Clooney a Sulmona ... Ci sarà l’effetto George Clooney? Molti attendono ricadute positive (anche sul mercato
immobiliare delle seconde case) dalla distribuzione de L’Americano, il
film girato a Sulmona, Castel del Monte e paesi limitrofi, diretto da
Anton Corbijn. I servizi fotografici che riprendono Clooney al mercato
e la notizia della cena alla Cantina di Biffi, a base di piatti locali
e Montepulciano d’Abruzzo giovane, hanno fatto il giro del mondo e
acceso una luce sulla regione (purtroppo già balzata agli onori della
cronaca con il devastante terremoto dello scorso aprile).
L’Abruzzo è una terra di vini e in questi giorni è in fase conclusiva
la vendemmia del Montepulciano d’Abruzzo. Qui, però, non è come nel
Chianti o nel Barolo, dove un rustico con un pezzo di vigna vale cifre
favolose. Non ci sono vip ad accaparrarsi aziende vitivinicole e
vigneti. Solo in qualche zona, in particolare a Sulmona e in altre
località della valle Peligna (come Pettorano sul Gizio), già prima
della crisi sono approdati inglesi e americani. “La ricerca sta
riprendendo - spiega Giuseppe Angelone, titolare di Properties around
Italy -. La domanda verte soprattutto sui rustici con 2 o 3mila mq di
terreno. Oggetti sui 200-240 mq che richiedono un investimento di
120-190mila euro più la ristrutturazione che costa circa 1.200 euro al
mq”. Altri prezzi da quelli toscani, ma anche altri contesti
sottolinea Angelone: “Questa regione ha grandi potenzialità, ma non
offre lo stesso complesso di regole capaci di preservare il contesto
naturale e architettonico tipico del territorio oppure in grado di
stimolare le iniziative necessarie per sviluppare il turismo”. Chi
pensa a un investimento nelle campagne abruzzesi in generale deve
prestare attenzione a tralicci e infrastrutture collocate a
sproposito: sottraggono valore alla proprietà. Allo stesso modo è
importante verificare la presenza di strade di accesso e utenze.
In questo contesto, il mercato offre ancora una buona scelta di
rustici, ma è meno generoso in fatto di vigneti: il settore è giovane
e chi ha investito è lontano dal rimetterli in vendita; i prezzi
oscillano fra 22 e 25mila euro per ettaro produttivo. Verso il mare, a
Ortona e dintorni (in provincia di Chieti), le transazioni di aziende
vitivinicole e di vigneti di Montepulciano d’Abruzzo - quotate intorno
ai 40mila euro all’ettaro - sono scarse, pari al 2% del totale come fa
notare Nicola Iurisci, titolare di Agenzia Immobiliare Europa. Sono
prevalenti quelle relative alle seconde case, quotate tra i 1.600 e i
3mila euro per il nuovo. In campagna, la scarsità della domanda tiene
bassi i prezzi: per acquistare un piccolo oggetto da ristrutturare,
possono bastare 80-100mila euro. A Francavilla, più a nord verso
Pescara, se il mercato delle seconde case è sceso (le quotazioni del
mq nuovo hanno perso il 10-20% del valore attestandosi sui 2.500-2.700
euro), resiste discretamente quello dei rustici in collina. “Se ne
trovano a 1.000-1.200 euro al mq da sistemare”, precisa Massimo
Rosica, socio dello studio Asteope affiliato Tecnocasa.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su ,

Altri articoli