02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore / Casa&case

Dieci suite e calici d’autore ... Silenzio, vino, vita. Vicino alla Majella, la montagna madre che abbraccia paesi fortificati o minuscoli centri storici, come San Martino sulla Marrucina, si incontra la frazione di Semivicoli nel cui palazzo baronale costruito tra il sei e il settecento ha appena aperto i battenti una dimora affascinante. Dopo un lungo restauro conservativo dell’architetto Lelio Di Zio, la casa della famiglia Masciarelli si è trasformata in una struttura di ospitalità esclusiva, dieci suite diverse l’una dall’altra dove a elementi come le originali travi in legno si affiancano soluzioni contemporanee di interior design. Da provare la suite di 120 mq ricavata dall’antico granaio, che offre un panorama a 360 gradi sulla Majella e fino al mare, con vista sul bosco, gli uliveti e soprattutto i vigneti. Già, perchè per la famiglia Masciarelli la vite rappresenta un segno forte di appartenenza al territorio e gli oltre 400 ettari dei vigneti di famiglia sono sparsi per tutto l’Abruzzo. I vini, raccolti nella cantina Masciarelli a San Martino, sono il fil rouge del soggiorno: a disposizione in camera il primo assaggio di una scelta d’eccellenza che accompagna gli ospiti ed è la maison a offrire i calici, con una selezione delle bottiglie proposte per la degustazione in privato. Al Palazzo baronale di Semivicoli (www.castellodisemivicoli.it) la padrona di casa, Marina Cvetic, si presta da guida tra un Montepulciano d’Abruzzo Masciarelli e un Villa Gemma, uno Chardonnay e un Trebbiano d’Abruzzo.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su ,

Altri articoli