02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Il Chianti ritorna alla terra. L'area a cavallo tra Firenze e Siena trascina gli investimenti del settore e crea nuovi posti di lavoro. In 5 anni l'occupazione agricola toscana è salita di 8.000 unità: manca manodopera.

L'agricoltura del Chianti chiede braccia e professionalità per continuare a correre ... "Offriamo la casa e più di mille euro netti al mese a chi lavora nella cantina e in vigna, eppure abbiamo difficoltà a coprire le posizioni", spiega Francesco Ricasoli, presidente del gruppo di famiglia, 230 ettari di vigneto specializzato e 14 milioni di Euro di ricavi nel 2001 (in crescita del 15%). In termini occupazionali, ma non soltanto, è un nuovo Rinascimento quello che il settore agricolo sta vivendo in Toscana. Gli addetti della regione, che nel '95 erano 49.000, alla fine del 201, hanno toccato quota 57.000 ... A trainare la corsa sono soprattutto il vino, l'olio e le colture biologiche ... "La qualità dei prodotti e la specializzazione, insieme a politiche di marketing sempre più mirate, hanno decretato il sucesso del nostro distretto" commenta Giuseppe Liberatore, amministratore delegato del Consorzio Chianti Classico, 650 aziende, 723 milioni di Euro di ricavi complessivi ... "La Toscana è diventata appetibile, e con la crisi delle Borse mondiali, gli investimenti negli immobili e nella terra sono aumentati in modo sensibile - dice Vittorio Frescobaldi, presidente della casa Marchesi de' Frescobaldi, 800 ettari di vigna e 35 milioni di Euro di ricavi nel 2001 - Il problema è procurarsi i diritti di reimpianto, oltre naturalmente alla manodopera" ...

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli