02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Per gli spumanti vendite in aumento: +3% ... Non c'è niente da fare, l'aspirazione di tanti produttori di destagionalizzare la domanda italiana di spumante non riesce a ottenere risultati concreti. Anzi, nonostante tutti i tentativi e le strategie di marketing escogitate per affermare un nuovo modo di bere bollicine, tuttora dal 75 all'80% del suo consumo avviene tra Natale e Capodanno. E quest'anno tutto lascia credere che la percentuale si collocherà nella parte più alta della forcella. «Alla consueta tradizione di bere spumante in occasione delle feste natalizie - osserva Cristina Ziliani della Berlucchi -, quest'anno s'è aggiunta una sorta di insicurezza sull'attualità del Paese che spinge il consumatore a concentrare gli acquisti nell'ultima parte dell'anno». Gli fa eco Giampiero Comolli della Ferrari di Trento, secondo il quale «la gente oggi festeggia più volentieri in famiglia, e questo incentiva il brindisi con una buona bottiglia di spumante». Di qui la convinzione degli addetti ai lavori che quest'anno, dopo un paio passati in stallo, le vendite finali miglioreranno del 3-5 per cento sul 2001. Anno in cui sono state prodotte 240 milioni di bottiglie tra prodotti aromatici, brut o demi sec, di cui una buona metà esportate per un fatturato alla produzione di oltre 700 milioni di euro. All'interno di questo quadro, i prodotti fermentati in grandi recipienti pesano per il 95%, mentre il prodotto metodo classico fermentato in bottiglia non riesce ad andare oltre i 18 milioni di pezzi. Dell'offerta totale di spumante, il leader di mercato è sempre l'Asti spumante con oltre 65 milioni di bottiglie per i due terzi esportati, ma il prodotto più di tendenza è da un paio d'anni il Prosecco che ormai ha raggiunto il tetto dei 40 milioni di bottiglie. Non siamo di fronte a una guerra per affermare il territorio tra Piemonte e Veneto, solo che «il Prosecco - dicono Gianluca Bisol dell'omonima azienda e Antonio Motteran della Carpenè Malvolti - è una realtà fatta di bollicine appena aromatico ma non stucchevole che ha conquistato il gusto del giovane consumatore italiano e internazionale».

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli