02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Quando la Rete finisce in cantina ... Anche l'informatica può contribuire alla realizzazione di un vino migliore: è accaduto nel gruppo Tasca d'Almerita (www.tascadalmerita.it) - un'azienda vinicola che produce circa tre milioni di bottiglie l'anno - con l'implementazione di una soluzione Erp per informatizzare tutti i processi. «L'azienda vinicola - precisa Fabio Tornatore, direttore amministrativo di Tasca d'Almerita - ha sempre creduto nelle nuove tecnologie, l'informatizzazione dà una mano in cantina sul versante della tracciabilità e su tutto quello che è controllo della produzione, con l'obiettivo di raggiungere il massimo della qualità con un occhio sempre attento ai costi». Nota per il marchio Regaleali, Tasca d'Almerita produce cinque vini bianchi, cinque vini rossi, un rosato, un novello e uno spumante ed esporta il 40% della produzione; per il 2002 prevede di fatturare 13 milioni di euro. «Il primo supporto informatico - spiega Tornatore - è stato introdotto negli anni 80: un pc che gestiva la prima nota e la contabilità generale; ma l'informatizzazione è iniziata nel 1998 con la scelta della piattaforma client-server Microsoft e l'avvio della collaborazione con Led engineers di Palermo, un Microsoft certified partner che ha sviluppato la suite LookOut per il controllo di gestione basata su una tecnologia standard, completa, aperta e scalabile». Il primo passo è stato l'informatizzazione della gestione del magazzino, dei registri e della vendemmia. Si è passati poi al laboratorio e alla gestione del personale: un elemento critico, in quanto si passa da 48 dipendenti a punte di 130 con contratti a tempo determinato; il tutto viene gestito in modo automatico: dal computo delle ore e delle giornate sino all'invio dei rendiconti al l'Inail e all'Inps. Nel settembre 2001 Tasca d'Almerita ha affrontato una nuova sfida: la vendita diretta. «Con il passaggio alla vendita diretta - spiega Tornatore - Internet rappresenta un elemento fondamentale per il nostro business. Infatti, oltre al sito istituzionale, è operativa una Intranet che ci consente di dialogare in tempo reale con i nostri agenti, capi area e depositi sparsi su tutto il territorio nazionale». Gli agenti, infatti, caricano gli ordini e possono visualizzare tutta una serie di statistiche della loro zona, il loro estratto conto, le provvigioni, oltre a una serie di informazioni di vendita quali campagne e promozioni. Il deposito è in grado di visualizzare tutti gli ordini della sua zona, stampare la bolla, gestire eventuali resi e monitorare le giacenze; inoltre la sede produttiva è collegata a quella commerciale via Internet con una linea Hdsl. «Con il nostro partner - conclude Tornatore - abbiamo realizzato l'unica piattaforma Erp per le aziende vitivinicole: ormai tutte le attività dell'azienda sono gestite in forma completa, integrata e in real time». (arretrato de "Il Sole 24 Ore - Rubrica Alfa" del 24 gennaio 2003)

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli