02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Vino, sul mercato arriva l'"Amarone" argentino ... Un Amarone targato Argentina? Possibile, anche se il nome non può essere lo stesso. Per il resto ha tutto ciò che deve avere il grande vino veronese, dalle uve di Corvina fino al metodo di appassimento delle stesse su graticci di legno, con vinificazione che avviene due-tre mesi dopo la vendemmia. L'unica differenza è che in quell'emisfero la raccolta avviene quando da noi è primavera. A proporre un vino che ha molte delle caratteristiche dell'Amarone in Italia e in diversi altri Paesi è uno dei più rappresentativi vignaioli veneti, vale a dire Sandro Boscaini, che con la sua azienda - la Masi di Gargagnano - è anche il maggiore produttore di Amarone nella zona classica della Valpolicella. Boscaini quattro anni fa, sull'onda di un processo di delocalizzazione che interessa anche il settore vinicolo, è andato a investire in Argentina, dove nella regione di Mendoza, sul versante andino a un'altezza di mille metri ha realizzato una tenuta viticola modello. In questo ambiente sono nati i due nuovi vini (Paso Doble e Corbec), che ora la Masi ha cominciato a esportare con destinazione Europa e Italia. E proprio di vini argentini s'è occupato l'altro ieri a Bruxelles il Consiglio dei ministri agricoli della Ue, che ha autorizzato in via temporanea l'import di prodotti ottenuti anche con metodi diversi da quelli previsti dalla legislazione vinicola comunitaria. Il via libera ha indispettito il ministro delle Politiche agricole Gianni Alemanno, che ha votato contro. La decisione del Consiglio Ue viene spiegata con le trattative che nel frattempo sono in corso con il Paese sudamericano, al quale si chiede di accettare sia le pratiche in uso in Europa, sia le denominazione di origine e le indicazioni geografiche.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli